Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Macerata, il consigliere comunale Francesco Luciani entra in Lega

Dopo Andrea Marchiori è il secondo a entrare nel partito. Il senatore Arrigoni tranquillizza gli alleati «Nessuna fuga in avanti rispetto alle elezioni»

MACERATA – Un annuncio in pompa magna per salutare l’ingresso del consigliere di opposizione di Macerata Francesco Luciani (ex Idea Macerata) in Lega. È quanto avvenuto ieri pomeriggio, 2 dicembre, nella sede locale del Carroccio in via Roma. In tanti si aspettavano forse l’annuncio del candidato sindaco alle prossime elezioni comunali del capoluogo ma così non è stato.

«Nessuna fuga in avanti rispetto alle promesse fatte agli alleati; il candidato sindaco e il programma li sceglieremo insieme» ha sottolineato il senatore Paolo Arrigoni che ha presenziato alla conferenza stampa dopo una mattinata a Sarnano e la serata passata poi a Tolentino per l’assemblea provinciale del partito. «Annunciamo oggi l’ingresso del vice presidente del Consiglio comunale di Macerata Francesco Luciani nella Lega – ha esordito Arrigoni -. Una Lega in salute che cresce e che acquista consensi; Macerata si sta avviando finalmente alla conclusione di questi disastrosi anni guidati dalla Giunta Carancini-Ricotta».

Luciani, 45 anni, ha ringraziato i consiglieri comunali e tutti i presenti focalizzandosi poi sul tema della sicurezza, a lui tanto caro. «Darò il mio contributo alla squadra e alla coalizione di centrodestra. Oggi piove ma Macerata tornerà a vedere il sole». Visibilmente emozionato il consigliere comunale del capoluogo Andrea Marchiori, anche lui neoleghista, che ha espresso tutta la sua soddisfazione per questo nuovo ingresso. «Francesco ha sempre dimostrato qualità morali ed etiche – ha commentato -. Oggi aggiungiamo alla squadra un tassello importante e ci prepariamo, insieme agli alleati, con gli stessi intenti, a passare da opposizione a guida della città per i prossimi anni».

I simpatizzanti della Lega di Macerata
I simpatizzanti della Lega di Macerata

Presenti il responsabile provinciale della Lega Simone Merlini, il deputato Tullio Patassini, la coordinatrice cittadina Sandra Vecchioni e il segretario provinciale della Lega ad Ascoli Piceno Andrea Maria Antonini che ha parlato di un «doppio ribaltone di maggio: uno in comune e l’altro in Regione. Se riusciamo a liberarci dal PD sarà una soddisfazione per tutti». In conclusione, il senatore Arrigoni, ha parlato di una «Regione Marche in movimento sia dal punto di vista demografico che economico. Da sabato il partito potrà contare su gruppi di lavoro composti da persone competenti (dalla sanità ai trasporti, dalle infrastrutture alla ricostruzione) che metteranno in campo le loro proposte per la crescita delle Marche» ha concluso.