NikolaTesla Unplugged by Elica
NikolaTesla Unplugged by Elica
Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

A Macerata la competizione nazionale tra studenti di Giurisprudenza

Aperte le iscrizioni alla National Moot Court Competition, la più grande simulazione processuale in Italia per studenti e neolaureati. Il tema lega diritto e terremoto, per far riflettere sulle implicazioni di un evento come il sisma del 2016

MACERATA – Si terrà a Macerata, in primavera del nuovo anno, la prossima edizione della National Moot Court Competition, la più grande simulazione processuale in Italia per studenti e neolaureati organizzata da Elsa (European Law Students’ Association), l’Associazione europea di studenti di diritto, presente in 44 Stati europei e membro osservatore delle più importanti Istituzioni Europee ed Internazionali. Le iscrizioni sono aperte fino a domenica 19 gennaio 2020.

Dopo quattro anni di attività e 70 eventi organizzati, si tratta della prima manifestazione nazionale ospitata dalla sezione maceratese, fondata nel 2016 da un’idea di Daniele Innamorati e altri studenti. Con l’espressione Moot Court si indica un tribunale fittizio utilizzato a scopo di esercitazione per preparare gli alunni alla pratica forense.
La National Moot Court Competition è composta da due fasi: una scritta in cui le squadre dovranno redigere gli atti di parte (citazione e comparsa di risposta) in base a un caso fittizio stilato dal comitato scientifico; la seconda fase è orale e vede le 12 squadre che hanno ricevuto il punteggio più alto dalla correzione degli atti esporre questi ultimi di fronte ad un Collegio Giudicante.

Quest’ultima fase si svolgerà a Macerata dal 16 al 19 aprile 2020. Quest’anno la competizione si incentra sulla responsabilità civile per i danni post-terremoto. Il comitato scientifico e il collegio giudicante sono composti da professionisti del mondo del diritto

«Alla National Moot Court Competition partecipano studenti provenienti da tutta Italia e professionisti del diritto» spiega la presidente di ELSA Macerata Federica Paolucci. «Abbiamo legato questa occasione al sisma del 2016, un evento che ha segnato la nostra terra: una presa di posizione per far riflettere sulle implicazioni che un evento come quello trascina con sé e di cui, troppo, poco si parla. Elsa Macerata si basa sull’operoso impegno quotidiano di 20 ragazzi tra i 20 e 25 anni, studenti di Giurisprudenza. Per la Moot, ci occupiamo dell’organizzazione a 360 gradi della simulazione: dalla logistica sino a quella accademica, passando per la ricerca di partner e sostenitori. È doveroso per noi ringraziare quanti hanno deciso di appoggiarci: Università di Macerata, Provincia di Macerata, TechnoGeneral ed Enjoy Marche e i partner tecnici Hotel Lauri e Arcadia, il Ristorante DiGusto e Frolla Microbiscottificio».

Ogni partecipante riceverà un attestato di partecipazione e la squadra vincitrice riceverà in premio codici commentati aggiornati.

Natale a Gradara