Cambio al vertice della Compagnia Carabinieri di Macerata, si è insediato il comandante De Paoli

Cinquantuno anni, originario del mantovano, il maggiore arriva dalla Compagnia di Merate. Una carriera trentennale alle spalle, tre lauree e un master in Criminologia. Tra le priorità del suo mandato furti e spaccio di droga

Il comandante della Compagnia Carabinieri di Macerata, Roberto De Paoli

MACERATA – Avvicendamento al vertice della Compagnia Carabinieri di Macerata, dove lunedì 9 settembre è arrivato il nuovo comandante Roberto De Paoli. Cinquantuno anni, originario del mantovano, il maggiore De Paoli, ha raccolto il testimone dal tenente colonnello Luigi Ingrosso, trasferito per altro incarico a Chieti, dopo aver guidato per 4 anni la Compagnia maceratese.

De Paoli arriva dal Comando della Compagnia di Merate, in provincia di Lecco, dopo aver operato a Firenze, Milano e in Veneto, a Vicenza e Venezia. Un curriculum di primo piano il suo, con alle spalle il comando di altre due compagnie e una carriera trentennale nell’Arma, oltre a un percorso formativo di primo livello: De Paoli ha una laurea in Scienze Amministrative, due lauree specialistiche in Scienze delle Politiche Pubbliche e Giurisprudenza, e un master in Criminologia.

Esprime soddisfazione per l’incarico, nel sottolineare che tra le priorità del suo mandato ci sarà l’attività di prevenzione e contrasto ai furti e allo spaccio di sostanze stupefacenti, nell’ambito di una stretta collaborazione con la Prefettura e la Procura della Repubblica di Macerata.

«Il comando generale dell’Arma ha deciso di assegnarmi alla Compagnia di Macerata e da militare mi adeguo – spiega – . Il nostro motto è “usi obbedir tacendo”. Mi fa piacere essere stato assegnato a una cittadina così affascinante».