Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Barbara e Serra de’ Conti piangono l’imprenditore Sergio Paradisi

Due comunità in lutto per la morte del titolare della ditta Ludabak srl, sempre attento allo sviluppo dell'azienda. Il ricordo del sindaco Tassi e della responsabile Cna Trenta

Sergio Paradisi
Sergio Paradisi

BARBARA – Lutto in paese e nella vicina Serra de’ Conti per la scomparsa dell’imprenditore Sergio Paradisi. L’uomo, titolare della ditta Ludabak srl, nel serrano, era una persona molto conosciuta e stimata non solo per l’aspetto umano ma anche nella veste professionale.

«Una brava persona – lo ricorda il sindaco di Serra Arduino Tassi – stimata nella comunità e un bravo imprenditore, attento alla produzione di alta qualità così come all’innovazione e all’aspetto tecnologico, in cui aveva investito molto. Alla moglie, ai figli Daniele e Luca, ai nipoti di Sergio Paradisi va il nostro abbraccio».

Attivo anche in campo sociale e sindacale, era socio di Cna Ancona dal 2007, anno in cui è stato coinvolto in un progetto di internazionalizzazione in Egitto. Nel paese era presente da anni ed in cui era molto conosciuto. Da allora, rende noto la Cna, Sergio Paradisi ha partecipato sempre attivamente a molti progetti proposti da Cna e agli incontri di carattere sindacale, impegno che continua il figlio Luca, membro del Comitato Cna Industria.

«Lo ricordo con affetto – commenta Lucia Trenta, responsabile internazionalizzazione Cna – perché Sergio Paradisi era una persona squisita, sempre sorridente e disponibile. Tante volte sono stata a trovarlo nella sua bella azienda, di cui andava giustamente orgoglioso: manteneva saldo il rapporto con il territorio, immersa com’è nei campi di girasole di Serra de’ Conti, ma allo stesso tempo era sempre alla ricerca di nuovi mercati e di nuove soluzioni tecnologiche e all’avanguardia, per crescere sempre di più e per produrre benessere per la sua famiglia e per la sua comunità».

I funerali si terranno oggi pomeriggio alle ore 15 alla chiesa parrocchiale di Barbara, dove la abitava con la famiglia, molto unita.