Lite in casa, parte un colpo di fucile: interviene la Polizia al Vallone di Senigallia

Colpi di arma da fuoco sono stati sentiti da un'abitazione al Vallone, dove è intervenuta la Polizia che sta accertando dinamica e responsabilità

polizia
polizia

SENIGALLIA – Lite al Vallone tra padre e figlio, uno imbraccia il fucile e parte un colpo che fortunatamente non ferisce nessuno. Questo è quanto accaduto nella frazione di Senigallia dove è intervenuta la Polizia per sedare un acceso diverbio, scoppiato nella serata di sabato 16 dicembre e terminato con un colpo di arma da fuoco.

A dare l’allarme è stato un residente in zona che ha sentito lo sparo e ha immediatamente allertato il 113: giunti sul posto gli agenti del Commissariato hanno trovato una situazione decisamente incandescente, con padre e figlio che litigavano per motivi ancora da accertare con precisione. Nel primo momento, subito dopo aver verificato che era stato sparato un colpo di arma da fuoco, i due sono stati bloccati e separati, mentre il fucile è stato tolto dalle mani, sembra ma è ancora da appurare, del padre.

Anche grazie alle testimonianze di altri familiari presenti nella casa al Vallone di Senigallia, gli agenti di polizia hanno chiarito che uno ha imbracciato il fucile al culmine di un violento litigio e il colpo sarebbe partito mentre l’altro tentava di abbassare l’arma.

Da quanto accertato, non era la prima lite tra i due familiari, anche se ancora devono essere accertati i motivi che hanno portato a prendere il fucile, carico, e a rischiare di colpire qualche congiunto.

Considerato l’evento, i poliziotti del Commissariato di Senigallia hanno sequestrato il fucile ma dato che in casa vi erano altre armi e un centinaio di cartucce, si è proceduto al loro ritiro amministrativo, in attesa che venga chiarita la dinamica della lite, le specifiche responsabilità e l’eventuale denuncia all’autorità giudiziaria.