Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

L’attività sportiva regionale a tutto tondo

L'11 marzo prossimo, a Fabriano, verrà presentata la ricerca nazionale del Censis sullo sport, con focus Marche. Saranno presenti Josefa Idem, olimpionica di canoa, e Andrea Zorzi, campione di pallavolo

Josefa Idem

FABRIANO – La Fondazione Aristide Merloni presenterà a Fabriano una ricerca nazionale del Censis con un focus sulle Marche, analizzando il radicamento dello sport nella Regione e le opportunità che possono derivarne. Saranno presenti la campionessa olimpica di canoa, nonché ex ministro alle Pari opportunità, Josefa Idem, e Andrea Zorzi, campione del mondo di pallavolo.

Andrea Zorzi

«Sono 95.000 le strutture in cui si pratica in Italia, più delle Chiese, degli ospedali, delle scuole e perfino delle tabaccherie. Un dato che certifica il ruolo fondamentale dell’attività sportiva nel dare coesione e aggregazione alla nostra società, ma anche una conferma del peso economico del settore, con un fatturato di quasi 8 miliardi di euro, poco meno del 3% del Pil.

Francesco Merloni

La Fondazione Aristide Merloni con il suo sguardo attento sulle nuove dimensioni dello sviluppo economico e sociale, ha voluto approfondire il ruolo dello sport come volano per innescare nuovi processi di crescita e per difendere la coesione delle nostre comunità», si legge nella nota di presentazione. Il punto di partenza è la ricerca svolta da Andrea e Giulio de Rita, del Censis, che sarà presentata a Fabriano sabato 11 marzo 2017, all’Oratorio della Carità, dalle 09.30. I lavori saranno aperti da Francesco Merloni, Presidente della Fondazione, con le relazioni di Andrea De Rita, del professor Gianluca Gregori dell’Università Politecnica delle Marche e di Andrea Cardinaletti, Amministratore unico dell’Ascoli calcio e Presidente della Fondazione “Gabriele Cardinaletti”, che promuove la pratica sportiva con particolare attenzione al mondo della disabilità.

La ricerca presenterà le diverse sfaccettature dell’attività sportiva regionale, dalla dimensione dilettantistica a quella dell’agonismo, dall’interazione con la scuola ai bisogni di infrastrutture, toccando anche il tema degli strumenti finanziari a disposizione del mondo sportivo. Sarà anche l’occasione per riflettere su possibili progetti operativi per potenziare nei nostri territori la filiera dello sport e metterla in rete con quella turistica. L’attività sportiva, dunque, non soltanto come occasione di divertimento e di uno stile di vita sano, ma come leva per consolidare la comunità e per sviluppare nuove opportunità per l’economia e il turismo della nostra regione.

All’evento parteciperanno, portando la loro testimonianza, anche l’ex Ministro delle Pari opportunità, dello Sport e delle Attività Giovanili Josefa Idem, olimpionica di canoa, e Andrea Zorzi, campione del mondo di pallavolo, opinionista sportivo e portavoce del progetto Coni-Ragazzi. Le conclusioni saranno affidate a Giuseppe De Rita, Presidente del Censis, e Giorgio Scarso, Vice-Presidente del Coni e Presidente della Federazione Italiana di Scherma.