Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Ladri incastrati dalle telecamere

Controllo straordinario del territorio da parte dei carabinieri di Jesi: dodici le denunce. Due giovanissimi sono stati immortalati dalle telecamere mentre cercavano di forzare la portiera di una macchina

JESI – Controllo straordinario del territorio per i carabinieri. Dodici denunce tra Jesi e Chiaravalle.

Due giovanissimi ladri sono stati incastrati dalle telecamere mentre erano intenti a forzare una Panda in via Gallodoro. I due sono stati individuati mentre armeggiavano sulla portiera di un’autovettura: fondamentale l’occhio elettronico che sorveglia la zona che ha consentito di chiarire le intenzioni dei due soggetti. Volevano forzare la portiera di una Fiat Panda parcheggiata in zona Gallodoro di Jesi per consumare un furto, evidentemente sventato dall’arrivo di una pattuglia del Radiomobile. Denunciati un 24 enne ed una 19 enne del luogo.

Altre tre persone sono state denunciate per furto aggravato in concorso: è successo all’interno dell’Ipersimply di via Rettaroli dove il gruppetto ha rubato generi alimentari e abbigliamento, da cui avevano staccato le placche antitaccheggio. Nel tentativo di allontanarsi senza pagare, i tre sono stati bloccati dal personale di vigilanza che ha immediatamente chiesto l’intervento dell’Arma. Un giovane extracomunitario, di appena 16 anni, è stato denunciato: controllato dai militari della Radiomobile aveva fornito false dichiarazioni sulla propria identità personale, identità poi scoperta grazie al fotosegnalamento.

Tre invece le denunce per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Sempre nell’ambito dei controlli che hanno interessato il territorio da venerdì a lunedì, tre giovani sono risultati alla guida sotto l’effetto di cannabinoidi e, pertanto, gli è stata ritirata la patente di guida. A proposito di stupefacenti: due ragazzi, di età compresa tra 22 e 25 anni sono stati trovati rispettivamente con 3 e 4 grammi di hashish. Due le denunce per guida in stato di ebbrezza, mentre tre sono state le denunce per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere. Nel corso delle perquisizioni infatti, due persone sono state trovate in possesso di coltelli a serramanico, mentre un terzo aveva un grosso manganello in legno.