Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

La via lauretana dà speranza ai terremotati

Assegnati un milione e 100mila euro per i "Cammini lauretani". La valorizzazione del territorio circostante e del turismo religioso porterà benefici non solo a Loreto

LORETO – Con la via lauretana riparte la speranza per le zone terremotate. All’inizio il progetto di valorizzare l’antico tracciato della via aveva un’indubbia valenza spirituale, culturale e turistica, adesso la strada del pellegrinaggio, che parte da Loreto per arrivare ai Sibillini, è diventata un segno di speranza e una concreta ipotesi di sviluppo non solo per la città di Loreto ma per tutta la Valdichienti duramente colpita dal sisma.

C’è una delibera regionale che assegna un milione e 100mila euro di fondi comunitari per i “Cammini lauretani”. La Regione ha recepito la valenza di un progetto che produrrà i suoi benefici effetti non solo su Loreto ma su un territorio ben più ampio.
Come recita il documento nell’ambito del cluster “spiritualità e meditazione”, il recupero del tracciato della cinquecentesca via Lauretana, che da Loreto porta a Colfiorito, assume un rilievo strategico nel contesto della valorizzazione dell’offerta turistica legata al turismo religioso.

L’intervento mira a delineare i “Cammini lauretani” attraverso la messa in sicurezza del tracciato, la mappatura segnaletica e la valorizzazione del cammino come offerta turistico-culturale. Per attuare le prime azioni concrete per il progetto si è costituito un tavolo operativo che coinvolge gli enti locali interessati e la conferenza episcopale marchigiana in accordo anche con la Regione Umbria. I beneficiari dell’intervento sono i Comuni coinvolti nel progetto con Loreto a fare da capofila.