La siringa è osimana

L'azienda "Rays" di Osimo si è aggiudicata la gara e da oggi è solo grazie a "lei" se le siringhe in Italia avranno lo stesso prezzo

OSIMO – Sarà solo grazie a “Rays”, azienda osimana fondata e guidata da Stefano Marconi, se da oggi in poi le siringhe avranno lo stesso prezzo in tutta Italia. Si è discusso per anni del loro prezzo, che variava sensibilmente da città a città, fino a quando Consip, società per gli acquisti centralizzati della pubblica amministrazione, ha indetto una gara a cui hanno partecipato anche importanti multinazionali, i cui risultati sono stati appena resi noti.

Da oggi la siringa comune per iniezioni (siringa con ago con meccanismo di sicurezza) costerà, in tutta Italia, da 0,049 a 0,063 euro a seconda delle dimensioni, con un ribasso del 70% rispetto al prezzo base d’asta. In generale, i ribassi ottenuti per le diverse tipologie di prodotti messi a gara (ovvero le categorie di aghi e siringhe di uso comune che rappresentano comunque la fetta maggiore dei consumi da parte delle strutture sanitarie pubbliche) sono stati compresi fra il 35 e il 70%.

“Rays” si è aggiudicata cinque dei tredici lotti (i numeri 2-7-8-9-12) del bando: la sua offerta è stata migliore sia in termini di prezzo che, soprattutto, in termini di qualità, ed è stata preferita a quelle di altre aziende tra cui grandi multinazionali. Rays” è risultata prima in graduatoria in 11 dei 13 lotti cui ha partecipato (alcuni dei quali sono andati ai secondi classificati perché una singola azienda poteva aggiudicarsi al massimo quattro lotti più quelli dove fosse risultata l’unica offerente). I lotti assegnati a “Rays” hanno un valore di 26 milioni e 694mila euro sui 36 milioni totali del bando. Lunedì 30 gennaio il presidente Stefano Marconi ha tenuto una conferenza stampa dove ha commentato l’esito della gara e ha comunicato il dato aziendale relativo al 2016, quando il fatturato è cresciuto a 40 milioni di euro (più 12% rispetto al 2015).

Profilo

Rays spa” è un’azienda leader, dal respiro internazionale, che si contraddistingue per responsabilità, innovazione e qualità nei settori della salute, protezione e cura della persona. Punto di riferimento internazionale nella commercializzazione di dispositivi medici e dispositivi di protezione individuale, negli ultimi anni “Rays” ha intensificato la propria presenza nei mercati consumer della farmacia, della grande distribuzione e della grande distribuzione specializzata. Alla guida dell’azienda il presidente Stefano Marconi, affiancato dal figlio Andrea, responsabile degli acquisti: insieme coordinano una realtà aziendale in forte crescita, contraddistinta da un team giovane ma con un’esperienza fortemente consolidata nella ricerca e nello sviluppo di prodotti innovativi.

I numeri

Fatturato 2015: 37 milioni di euro (più 18 per cento rispetto al 2014).

Oltre duemila e 700 clienti in 45 Paesi del mondo.

Dipendenti: oltre 150 tra dipendenti e collaboratori.

Sede: sede aziendale ad Osimo, uffici mille e 500 metri quadrati, magazzino ottomila.

La storia

1993: Stefano Marconi fonda “Rays”.

1998: “Rays” cresce e allarga la propria attività alla distribuzione di prodotti health e safety.

2002: Inaugurazione della nuova sede di Ancona.

2008: Inaugurazione della nuova sede di Osimo, attuale headquarter.

2010: “Rays” acquisisce quote azionarie di Mediflex srl e Technosafe srl.

2013: Lancio del brand “Everyrays”.

2014: “Rays” acquisisce “Penta biomedical”, azienda settore nutraceutico.

2015: “Rays” acquisisce “Ilc srl”, titolare dei marchi Iodase, Iodex e Lipobreak.