Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

La Asso in multa

Sta meditando eventuali azioni per tutelarsi l'azienda speciale del Comune di Osimo investita da una "tegola" pari a 300mila euro per presunte irregolarità sui contratti di lavoro

Osimo

OSIMO – Una maxi multa fa tremare di nuovo la Asso, l’azienda speciale del Comune di Osimo, già nel mirino delle contestazioni sindacali sui contratti di lavoro di alcune maestre.

Questa la nota del sindaco Simone Pugnaloni pubblicata sul sito del Comune: «L’Amministrazione Comunale comunica che è stato notificato alla Asso un verbale unico per illecito amministrativo da parte dell’ispettorato territoriale del lavoro di Ancona Inps-Inail, per un importo di circa 300mila euro con riferimento alle annualità 2012-2013. Tale contestazione ricade in un periodo temporale totalmente estraneo all’azione amministrativa dell’attuale governo della città. Alla luce di tutto ciò, questa amministrazione intende approfondire la vicenda e agire conseguentemente per tutelare gli interessi istituzionali del Comune, della Asso e di tutta la cittadinanza».

Al tempo era presidente Graziano Palazzini che contattato ha subito risposto: «L’ispettorato si riferisce ai voucher del periodo della cosiddetta spending review, un momento particolare durante il quale è stato fatto uso dei buoni lavoro ovviamente. Non c’era e non c’è ancora una “regolamentazione” per l’utilizzo. Le verifiche, partite da quel biennio, saranno fatte comunque anche per quelli successivi fino a oggi. Da parte mia massima disponibilità con i nuovi vertici Asso per capire e per verificare la posizione che Asso deve assumere adesso. Il sindaco poteva aspettare l’incontro con un legale di diritto amministrativo, la selva dei voucher è ancora materia oscura».

Una questione che attiene a tutto il mondo del lavoro e del volontariato e che ruota attorno alla Asso come alle altre società e che andrà chiarito.