Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

“Internet al tempo del virus”, la Fondazione Carisj incontra Luca Pagliari

L'iniziativa è in programma giovedì 22 ottobre alle ore 18 a Palazzo Bisaccioni e affronterà il difficile tema del rapporto tra la rete e la pandemia

Luca Pagliari sul palco

JESI – Forse nessuno meglio di Luca Pagliari, giornalista e storyteller senigalliese, sarebbe in grado in questo momento storico, di decifrare i nostri sentimenti e le nostre paure che corrono su Internet a ogni notizia, cliccata, ignorata, amplificata o bombardata nei nostri profili, su quel mostro invisibile che è il Covid-19. Informazione o aggressione virale? Un bel dilemma. Il giornalista sarà ospite di uno degli Incontri in Fondazione, iniziativa promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi Crj rivolta alla cittadinanza, il 22 ottobre alle ore 18 a Palazzo Bisaccioni.

In tempo di pandemia la rete ha assunto un valore centrale nella nostra vita, finestra aperta su un mondo chiuso e contatto con altre persone in un momento in cui parlarsi e vedersi è concesso solo a distanza o col filtro delle mascherine. Ma la sola tecnologia è sufficiente per far crescere e aggregare una comunità? Il progresso tecnologico cosa ha in comune con il progresso etico e civile di un paese? Uno smartphone avvicina o divide? Rappresenta veramente un’opportunità? Ci sono tanti dubbi dietro la tripla “w” che ci connette col mondo. E Luca Pagliari, storyteller e giornalista di lungo corso, proverà a dare delle risposte ad alcuni di questi, nel corso di un interessante incontro promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio Crj di Jesi, giovedì 22 ottobre alle 18 presso palazzo Bisaccioni a Jesi.

«L’Incontro in Fondazione – fanno sapere dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi – con il giornalista Luca Pagliari, da anni impegnato contro il cyberbullismo e nella promozione di un uso consapevole del web, nasce dall’idea di affrontare queste tematiche. In primis dal desiderio di cercare di comprendere meglio l’universo entro il quale si muovono i nostri figli, sempre più oscuro e digitale. L’incontro rappresenta una bella opportunità per avanzare idee, riflessioni e opinioni su chi siamo e soprattutto dove stiamo andando». Gli “Incontri in Fondazione” proseguiranno sempre a Palazzo Bisaccioni alle ore 18, il 12 novembre con “La Ricchezza dei borghi, cultura e sviluppo di un territorio”, con la docente Mara Cerquetti (Management dei Beni Culturali Unimc); Lucia Chiatti (Direttore generale della Fondazione Pergolesi Spontini); Fabrizio Renzi (Presidente della  società di gestione del Museo Stupor Mundi); Mauro Tarantino (Segretario generale della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi). Il 10 dicembre invece si parlerà di “L’uomo che disse infinito. A 200 anni dalla redazione de L’Infinito” a cura del professor Alessandro Pertosa. Per partecipare ai convegni è obbligatoria la prenotazione allo 0731/207523 oppure info@fondazionecrj.it