«Insieme si può…superare il dolore»

L’associazione 4 Maggio 2008 ha aperto a Fabriano un centro d'ascolto rivolto a famiglie con problematiche legate alle dipendenze patologiche

FABRIANO – L’associazione 4 Maggio 2008 in collaborazione con l’Ambito territoriale sociale 10 dell’Unione montana dell’Esino-Frasassi, il servizio Dipendenze Patologiche di Fabriano Area vasta 2 e l’Associazione Oikos di Jesi, ha aperto un centro di ascolto a Fabriano rivolto a famiglie con problematiche legate alle dipendenze patologiche.

«L’associazione 4 Maggio nasce a Cerreto D’Esi nel 2008, su iniziativa di alcuni volontari, in un momento in cui si è sentito forte il bisogno di fare qualcosa per reagire ad una situazione di disagio che si andava pericolosamente allargando mettendo a repentaglio la salute e qualche volta anche la vita dei nostri ragazzi. Nasce con lo scopo di promuovere iniziative e progetti nel campo socio-educativo mirati a correggere e contrastare, in modo preventivo, i comportamenti che possono alimentare dette situazioni. I loro obiettivi sono quelli di sostenere i genitori nella loro responsabilità educativa e di prevenire situazioni di disagio giovanile», si legge nella nota di presentazione dell’iniziativa.

In questi anni hanno cercato di realizzarli promuovendo incontri, dibattiti, conferenze indirizzati alle famiglie, promuovendo iniziative socio-culturali per stimolare positivamente i ragazzi, attivando progetti di prevenzione sia per i giovani che per le famiglie.

Il centro di ascolto è divenuto realtà lo scorso 27 marzo. Si trova all’interno del centro per le famiglie, piazzetta del Podestà, ed è aperto tutti i lunedì dalle 17 alle 19:30, numero di telefono: 366 1941093.

«Insieme si può…superare il dolore, sconfiggere la solitudine, fare qualcosa per le famiglie e per i giovani», il messaggio che si vuole veicolare.