Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Gli infioratori di Fabriano protagonisti per il giubileo di Santiago de Compostela

La città della carta, Castelraimondo e Corridonia saranno protagoniste al giubileo Giocobeo nel 2021 in Spagna. Professionisti provenienti da tutto il mondo si cimenteranno nella realizzazione di infiorate chiamate “tappeti”

Infioratori di Fabriano

FABRIANO – Fabriano, Castelraimondo e Corridonia, saranno le città marchigiane protagoniste al giubileo Giacobeo in Spagna. E questo grazie ai maestri infioratori del Palio di San Giovanni Battista per Fabriano e delle altre due cittadine delle Marche, che, nel 2021, saranno presenze attive durante l’Anno Santo che si celebra al Santuario di Santiago di Compostela ogni volta che la festa liturgica del Santo, San Giacomo, capita di domenica. Nel 2021, in occasione di questo importante evento per la vita spirituale dei fedeli, verranno organizzati molti eventi di richiamo.

Fra questi, il 24 e 25 luglio 2021, la realizzazione delle infiorate, chiamate “Tappeti”, che verranno fatte dai maestri infioratori di tutto il mondo. Con l’Associazione Infioritalia parteciperanno anche i maestri infioratori di Fabriano impegnati in Spagna a far conoscere la nostra terra in uno dei santuari più visitati e conosciuti in tutto il mondo. In contemporanea, tutte le città aderenti al progetto, realizzeranno la stessa infiorata nella propria città in un gemellaggio che unisce simbolicamente anche Fabriano al Santuario di Santiago.

A supporto del gruppo Infioratori di Fabriano anche l’Ente Palio di San Giovanni Battista. «È un’occasione unica – dice il presidente, Sergio Solari – per far apprezzare ai fedeli che arriveranno al Santuario di Santiago di Compostela la bravura e la professionalità degli Infioratori di Fabriano. Da anni, infatti, vengono invitati in diverse città europee a dimostrazione della qualità del loro lavoro e della bellezza dell’opera messa a terra con i fiori. Una sinergia, quella tra Palio e Infioratori, che permette alla principale manifestazione cittadina, di godere di una vetrina importantissima per farsi conoscere a un pubblico sempre più vasto».

Più di centotrenta località di diciotto paesi al mondo hanno già aderito al progetto mondiale per essere presenti, con la loro arte, il giorno del Santo. Al momento 33 luoghi in Italia dove realizzano tradizionalmente infiorate e tappeti effimeri hanno dato il sí per partecipare con grande entusiasmo a questo evento di livello internazionale. Con l’intenzione di promuovere il Giacobeo del 2021, è stato creato un comitato con sede a Ponteareas in Galizia, Spagna, denominato “Comisión Gestora de Entidades Alfombristas del Camino de Santiago” del quale fanno parte infioratori e artisti che realizzano tappeti effimeri di luoghi sparsi in tanti paesi tra cui Argentina, Brasile, Cile, Ecuador, El Salvador, Germania, Guatemala, Honduras, India, Italia, Lituania, Messico, Nicaragua, Panama, Perù, Polonia, Portogallo e Spagna.

Dunque, un internazionale flashmob che unirà più Nazioni e tante città italiane attraverso la realizzazione di un’infiorata artistica con un unico tema. Le località italiane coinvolte al momento sono nel Lazio: Genzano di Roma, Genazzano, Norma, Marino, Vignanello, Rieti, Poggio Moiano, Alatri, Cervaro, Aprilia; in Campania: San Valentino Torio, Portici, Cusano Mutri, Sant’Agata de’Goti; in Umbria: Città della Pieve, Paciano, San Gemini; nelle Marche: Fabriano, Castelraimondo, Corridonia; in Lombardia: Castelverde; in Piemonte: Torino; in Liguria: Pietra Ligure; in Puglia: Galatone; in Calabria: Reggio Calabria, Palmi, Bovalino, Polistena, Bagnara Calabra, Gioia Tauro; in Sicilia: Noto e Solarino; in Sardegna: Tortolí.