Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il pollice verde contro droga e bullismo

Alla scuola "Leopardi" del Borgo ad Osimo al via un progetto per coinvolgere gli studenti in attività alternative legate alla botanica e al giardinaggio

OSIMO – A lezione di legalità già dalla scuola primaria. È questo l’obiettivo di Forze dell’ordine ed associazioni di volontariato che sono entrate negli Istituti osimani, dalle elementari alle superiori, per parlare di devianze giovanili: dalla droga all’alcol, dalla sicurezza stradale al bullismo, passando per i rischi del web. Si lavora sulla prevenzione ma la situazione continua ad essere allarmante con adolescenti che vengono, sempre più frequentemente, sorpresi con sostanze stupefacenti ed episodi di bullismo. Per arginare questi fenomeni in molte scuole si tenta ogni giorno di promuovere momenti di conoscenza positiva, esperienze nuove che arricchiscano gli studenti. Come è avvenuto alla scuola media “Leopardi” del Borgo, che fa riferimento all’Istituto Trillini, dove ha preso forma il progetto di Aula verde giardino ed orto biologico. Un percorso che prevede il coinvolgimento di genitori e studenti, responsabilizzati attraverso l’alternanza scuola lavoro con attività di giardinaggio e botanica. Ciò è reso possibile dalla disponibilità della Curia che ha messo a disposizione gli spazi verdi che circondano l’ex seminario del Borgo. In attesa di poterne usufruire concretamente le classi stanno iniziando a godere di prati ed aiuole con attività di lettura all’aperto e passeggiate didattiche. Sempre nell’ambito di esperienze alternative volte ad ampliare le conoscenze degli studenti, significativa è stata l’attività della scuola elementare “Bruno da Osimo” di via S. Lucia dove circa 120 bambini hanno effettuato una video conferenza con la Joldes Resolution, una nave da ricerca che effettua trivellazioni oceaniche. A bordo in qualità di education officer un’insegnante di scienze, l’anconetana Alessia Cicconi.