Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il nuovo campo sportivo alla memoria di Lorenzo Manuali

A otto mesi da una tragedia che ha scosso l'intera comunità osimana, domenica 26 febbraio, la cerimonia di intitolazione del campo da calcio di San Biagio di Osimo

OSIMO – Tutta Osimo è pronta per la grande cerimonia di intitolazione del nuovo campo sportivo di calcio a 8 a Lorenzo Manuali, in programma domenica 26 febbraio alle 10 al centro sportivo San Biagio di Osimo (vicino alla chiesa).

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra l’Amministrazione Comunale, la Sportware, di cui Manuali era presidente nonché uno dei fondatori, e l’associazione sportiva dilettantistica San Biagio, con la volontà, ampiamente condivisa da tutte le parti, di mantenere viva la memoria del giovane uomo e papà che nell’arco della sua vita si è distinto per l’impegno nel sociale e nella disciplina sportiva del calcio.

Dietro all’intitolazione c’è una vita spezzata troppo presto e il dolore di amici e parenti:

«Ricorda, Giovanni, devi camminare sempre a testa alta, tuo padre era un mito. L’unico in grado di far giocare in questi anni ben 15mila persone. Ha sempre lottato. Voleva smettere di fare il presidente ma quando è arrivato l’accertamento dell’agenzia delle entrate è ritornato sui suoi passi e ha detto “Resto, ci penso io”. Non so quale sarà il futuro della Sportware adesso che non c’è più. Abbiamo cercato di aiutarlo per assorbire quelle radiazioni, quel macigno che sentiva dentro per aver fatto troppo ma non è stato possibile».

Il commosso appello al figlioletto del defunto era arrivato dal pulpito durante i funerali dall’amico Luca, in maglietta gialla della Sportware, l’associazione sportiva dilettantistica che organizza tornei di calcio a 5 nelle province di Ancona e Macerata. Era presieduta proprio da lui, il 43enne osimano che il 22 giugno scorso si è buttato dal ponte autostradale Salinello nel teramano, quello alto cento metri, per porre fine alla sua depressione. Centinaia le persone al suo funerale nella chiesa della Misericordia.

Domenica alla cerimonia ci saranno anche Giovanni, di appena dieci anni, la moglie Barbara e il fratello Francesco.