Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il New York Times inserisce Urbino tra i 52 luoghi da visitare nel 2020 nel mondo

Secondo il quotidiano «ha tutto ciò che ha la Toscana ma a metà prezzo e con la metà dei turisti». Poi cita Raffaello e la sua casa Natale

URBINO – Dopo la Lonely Planet che ha incoronato le Marche come seconda regione più bella al mondo da vedere, ecco che il New York Times inserisce Urbino tra le 52 mete da visitare per il 2020.

Secondo uno dei quotidiani più importanti al mondo “Urbino ha tutto ciò che ha la Toscana, ma a metà prezzo e con metà dei turisti”.

Quest’anno ricorre il 500 ° anniversario della morte di Raffaello. Uno dei più grandi pittori del Rinascimento in Italia. Raffaello visse a Urbino – in una casa perfettamente conservata in fondo alla strada dalla romantica Piazza di San Francesco. Al primo piano si trova uno dei suoi primi affreschi. Nel 15° secolo, la casa era un luogo di ritrovo per alcuni dei migliori artisti e scrittori provenienti da tutta Italia.

Una mostra che espone alcune delle più grandi opere di Raffaello nel contesto di alcuni altri artisti del Rinascimento è iniziata ad ottobre alla Galleria Nazionale delle Marche di Urbino e continua fino al 19 gennaio. Da aprile fino alla fine del 2020, il quotidiano sottolinea che “la città ospiterà fiere, conferenze e spazi dedicati alla letteratura e alla danza”.

“Oggi l’atmosfera artistica di Urbino è viva. Oltre a vantare una delle università più antiche del mondo (l’Università di Urbino è stata fondata nel 1506), Urbino è anche considerata la capitale del libro in Italia per il suo Istituto per la decorazione e l’illustrazione del libro” dicono oltre oceano. C’è un festival jazz ad agosto. “Le mura della città lasciano vedere le vedute della campagna sottovalutata delle Marche” chiude il New York Times.