Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Il mercato di Loreto torna alle origini

Dopo tanti anni, gli ambulanti tornano in via Sisto V, in pieno centro storico e alle porte della basilica della Santa Casa, per rivitalizzare il commercio in centro

LORETO – Lo scenario del commercio all’aperto loretano ha cambiato volto, tra accoglimenti positivi e polemiche di ambulanti e residenti. La nuova vita del mercato settimanale di Loreto è lungo via Sisto V adesso, alle porte dell’ingresso di piazza della Madonna dove si erge la basilica della Santa Casa. L’intenzione dell’Amministrazione comunale è stata riportarlo all’interno delle mura cittadine per rivitalizzare il centro storico e arginare la fuga di ambulanti che, stanchi dei magri affari, hanno gradualmente abbandonato le periferiche via Aldo Moro e viale Europa.

Con il duplice intento di rivitalizzare il centro città e di riqualificare il mercato infatti, il Consiglio comunale ha deliberato lo spostamento in centro del mercato settimanale che nella città mariana si svolge il venerdì. «Da oltre trent’anni il mercato settimanale era stato decentrato in zone sempre più periferiche per problemi di spazio ma nei decenni successivi l’avvento dei centri commerciali e il mutare delle abitudini socio-culturali avevano progressivamente ridotto il numero dei venditori ambulanti», commenta il sindaco Paolo Niccoletti. Adesso si attende un rilancio. I venditori di generi alimentari sono stati spostati in piazza Leopardi, quella che più comunemente i loretani chiamano piazza dei Galli, mentre le bancarelle di generi non alimentari sono state posizionate in via Sisto V replicando la disposizione delle fiere di settembre e dicembre. Analoga alle fiere la disposizione dei parcheggi: piazzale Crocefisso è per metà riservata ai residenti e per metà a disco orario, via Solari a disco orario e il parcheggio Bagaloni gratuito per i residenti con un servizio di bus navetta gratuito ogni 20 minuti.

«In questo modo si è assicurato ai clienti del mercato un posto auto vicino, si è favorito l’afflusso in centro di residenti e abitanti dei Comuni limitrofi e il mercato è tornato a crescere, anche se le verifiche potranno essere effettuate dopo un congruo periodo – afferma Giacomo Delsere, presidente di Confartigianato ambulanti Marche -. C’è infatti bisogno di un periodo significativo per valutare compiutamente se la nuova posizione del mercato è soddisfacente per tutti oppure ha bisogno di ulteriori riposizionamenti. Va comunque apprezzato il comportamento del Comune e dell’assessore al Commercio Fausto Pirchio che hanno ascoltato le richieste degli operatori e hanno permesso questa nuova collocazione che era stata sollecitata dalla categoria da molto tempo. Ora ci auguriamo che i cittadini approfittino di questa nuova posizione anche per frequentare di più il centro storico che presenta tante opportunità».