Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

I terremoti dell’anima

A Osimo, nella sala del Cantinone, per le celebrazioni dell'8 Marzo, in programma una serie di appuntamenti con ospiti illustri

Donne in marcia per i diritti

OSIMO e CAMERANO – Dai terremoti dell’anima che possono portare a scelte sbagliate a quelli che invece possono permettere alle donne di ritrovare una forza insperata per cambiare, fino ai terremoti reali, come quelli che hanno sconvolto la vita delle donne di Visso e Ussita.

Sarà una Festa della donna all’insegna del coraggio e nel segno della metafora con il sisma che ha devastato le Marche quella in programma a Osimo all’interno della rassegnaTerremoti dell’anima. Realtà e metafora” che avrà luogo domani, 8 marzo, dalle 16 nella sala del Cantinone in collaborazione con l’associazione “Se non ora quando” di Osimo, le donne delle associazioni sindacali Spi Cgil e Cisl e il Comune.

Elena Stramentinoli, giornalista di “Presa diretta”, tornerà a parlare della difficile situazione dei Centri antiviolenza in Italia, una delle poche realtà in grado di offrire vero e prezioso aiuto alle donne che vivono situazioni di violenza e Daniela Barbaresi, prima donna a guidare il sindacato Cgil nelle Marche, illustrerà la situazione regionale.

Alle 18.30 si terrà l’incontro “Genealogia interiore, viaggio nelle emozioni delle donne vittime di terremoto dei Sibillini”, per cui interverranno la teologa e filosofa Paola Mancinelli, l’associazione culturale di Visso “Shambhala” e la asd “Kairos” cantiere sportivo di Ussita.

Già allestita anche una mostra del circolo fotografico Giacomelli dal titolo “Attimi di emozioni”, visibile fino a domenica 12 sia al Cantinone che nel centro storico nei locali a fianco del teatro.

A Camerano in contemporanea è già stata inaugurata la mostra di Isabella Manfrini, alias Lamanfrina, dal titolo “Giochi di Mano: dalla parola alla china” nei locali di esposizione della Farfisa in piazza Roma. Le vignette della Manfrina sono la trasposizione in immagine dei pensieri e delle parole della scrittrice Manuela Lunati, anche lei marchigiana, che con coraggio e determinazione ha saputo raccontare la sua esperienza personale contro la violenza domestica attraverso un romanzo. La mostra sarà visibile a ingresso gratuito fino a domenica 19.

Sabato 18 la città ospiterà nello stesso luogo lo spettacoloCantare la rinascita femminile”, un evento musicale e poetico che testimonia la forza femminile, in programma alle 21.30. Si esibiranno la soprano Martina Malatini, la pianista Manuela Bellucini, la poetessa Lucia Nardi e l’attrice Fulvia Zampa on collaborazione con Laura Sassaroli e Cristina Stacchiotti. Ingresso libero.

Entrambi gli appuntamenti si iscrivono in una progettualità annuale avviata dal Comune di Camerano, “Di Venere e di Marte”, che intende promuovere incontri, dibattiti ed eventi volti al superamento di tutti quei luoghi comuni e pregiudizi che sono alla base di una cultura della discriminazione.