Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Holter in dono all’ospedale di Osimo

Quando i cittadini si mettono insieme per una giusta causa possono nascere progetti che fanno davvero del bene. Come quello del comitato appena costituito a Osimo che corre in aiuto dell'ospedale cittadino

Un momento della conviviale

OSIMO – Un apparecchio di ultima generazione donato all’ospedale “Ss. Benvenuto e Rocco” di Osimo grazie alla generosità dei cittadini osimani che hanno aderito alla raccolta fondi a iniziativa del neo “Comitato di aiuto #Osimo”.

Oltre 350 osimani hanno partecipato all’iniziativa in una conviviale condita di musica e canti, testimoni della consegna dell’holter pressorio da parte dell’associazione.

Lo strumento è stato consegnato direttamente nelle mani del dottor Nicola Tarquinio, dirigente medico di Medicina interna dell’ospedale di Osimo che ha detto: «Lodevole ciò che avete organizzato, la sanità oggi ha bisogno di queste iniziative perché noi medici abbiamo difficoltà a ottenere ciò che chiediamo. Voi oggi, con questo strumento, andate a colmare una lacuna sanitaria osimana. L’holter pressorio è uno strumento particolarmente utile per confermare la diagnosi, anche precoce, dell’ipertensione, una delle patologie più diffuse nella popolazione e causa di infarti».

Preciso e puntuale anche l’intervento del dottor Sampaolo che ha ricordato quanto sia importante per il medico di famiglia il rapporto con la struttura ospedaliera, seguito da un accorato grido di allarme di Stefano Marinelli, ex dipendente Asur, che ha aggiunto: «L’ospedale non deve essere smantellato, dobbiamo essere tutti uniti in questa battaglia».

Per finire i ringraziamenti del consigliere comunale delle Liste civiche Graziano Palazzini, tra gli organizzatori dell’evento, rivolti a tutti coloro che hanno collaborato e reso possibile il grande successo della serata di carattere sociale e non politico.

La donazione di questo strumento che contribuirà a migliorare la qualità assistenziale dei cittadini del territorio di Osimo è soltanto l’inizio di una serie di iniziative sociali in programma da parte del comitato, che si è appena costituito a sostegno dei bisogni di tutta la comunità.