Giornata contro la violenza sulle donne, a Fano 85 richieste d’aiuto

Per coordinare tutti gli enti competenti ad intervenire in caso di maltrattamenti è stato realizzato un protocollo che fissa metodi e regole. Al via una serie di iniziative per sensibilizzare sulla tematica

Violenza sulle donne

FANO – Il 25 novembre è la “Giornata contro la violenza sulle donne“. Oggi, venerdì 15 novembre, l’assessora alle Pari opportunità del Comune di Fano Sara Cucchiarini ha fornito un quadro della situazione sul territorio.

Insieme a lei la vice presidente del consiglio regionale Renato Claudio Minardi, il luogo tenente Antonino Barrasso, comandante della Stazione dei carabinieri di Fano, il comandante della Polizia locale Anna Rita Montagna, la referente della rete provinciale antiviolenza dell’Ambito 6 Adriana Antognoli e la responsabile del consultorio Graziella Giorgetti.

Per coordinare tutti gli enti competenti ad intervenire in caso di violenza è stato realizzato un protocollo che fissa metodi e regole per un’azione esecutiva. Questa comprende la fase della prevenzione, quella del sostegno alle vittime e dell’intervento da parte delle forze dell’ordine.

Operano in questo campo il Consultorio, il Centro provinciale antiviolenza, la casa di emergenza, che ospita provvisoriamente la donna che non può più coabitare con il marito o il compagno, e la casa rifugio che rappresenta una sistemazione più stabile. Dai dati forniti risulta che sono 883 le persone che sono state ascoltate, di cui 85 i casi di maltrattamento.

È stata poi la presidente del consiglio comunale Carla Cecchetelli ad illustrare le iniziative che caratterizzeranno la settimana di sensibilizzazione. Al via giovedì 21 con uno spettacolo teatrale nella sala Verdi. E poi convegni e presentazione di libri.