Continuano gli incentivi Citroen
Continuano gli incentivi Citroen
Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Gioco lecito, confronto tra Castelfidardo e Assotrattenimento

Dopo l'approvazione della legge regionale per contrastare il gioco d'azzardo, anche Castelfidardo pensa a varare un apposito regolamento comunale. A tal proposito il sindaco ha incontrato il vice presidente nazionale di Assotrattenimento

CASTELFIDARDO – Confrontarsi sulle problematiche del settore del gioco lecito e capire insieme come poterle affrontare, puntando a favorire la necessaria dialettica tra le parti prima che i Comuni inizino a legiferare sul comparto. Più che positivo l’esito dell’incontro tenutosi qualche giorno fa tra il sindaco di Castelfidardo Roberto Ascani e Paolo Gioacchini, vice presidente nazionale AssotrattenimentoConfindustria Sit e presidente di Rei (rete egida Italia), il primo network che raggruppa le aziende virtuose del comparto. L’occasione è nata dalla recente approvazione in Consiglio regionale della legge emanata per contrastare il gioco d’azzardo. In tale contesto il sindaco fidardense, che è in procinto di elaborare un apposito regolamento comunale, ha mostrato piena disponibilità a collaborare con gli operatori del settore, per fare in modo che siano tenuti accesi i riflettori su un tema tanto delicato per la collettività.

Informare e formare sono dunque le parole chiave attraverso le quali l’amministrazione comunale, che intanto sta valutando anche misure nella limitazione dell’orario di gioco come previsto dalla legge regionale, si fa portavoce di una nuova azione di sensibilizzazione sul tema del gioco nei confronti dei propri cittadini.

«Ringraziamo l’Amministrazione comunale che ha reso possibile instaurare un dialogo aperto e di pieno confronto sui temi del gioco lecito – ha detto Gioacchini –. Vorremmo essere parte attiva in questo percorso, fornendo tutte le informazioni necessarie per avere un quadro complessivo sulla materia del gioco lecito. La nostra volontà infatti è collaborare attivamente con il mondo delle istituzioni e della pubblica amministrazione per far fronte alle criticità del settore».