Fritto misto, è conto alla rovescia per la 15esima edizione

Tutto pronto per l'iniziativa che porterà ad Ascoli Piceno nove giorni di incontri, degustazioni e laboratori. Presente anche uno stand della Regione con iniziative su temi come biologico, biodiversità, produzioni certificate e di filiera. Focus sull’olio extravergine di oliva

L'edizione di Fritto Misto dello scorso anno: foto di Laura Tommolini dal sito http://www.frittomistoallitaliana.it/2017/fritto-misto-live
Fritto Misto immagine di repertorio di Laura Tommolini dal sito http://www.frittomistoallitaliana.it/2017/fritto-misto-live

ASCOLI PICENO – Nove giorni e 50 tipi di frittura. Spegne 15 candeline “Fritto Misto”, uno dei più importanti eventi italiani dedicati al cibo in un piacevole viaggio nel mondo del fritto, dei suoi sapori, dei suoi colori, delle sue pastelle, delle sue impanature. La grande area del Palafritto in Piazza Arringo sarà la vetrina perfetta per cinquanta fritture provenienti dall’Italia e dal mondo. Si parte sabato 27 aprile per terminare domenica 5 maggio.

«Le novità che non riguardano solo il fritto perché anno dopo anno abbiamo allargato i confini di questo evento e lo abbiamo trasformato in un luogo aperto con produttori del territorio e chef, un luogo dove il cibo si degusta ma è anche oggetto di discussione e di confronto. In questo senso saranno tante, ma davvero tante le novità di Fritto Misto a partire da un’area dedicata al cibo di strada realizzato con materie prime con origini tracciate. L’area degli chef assumerà la nuova denominazione “Coltiviamo le Marche”. Il cibo sostenibile degli chef e i piatti gourmet saranno realizzati con ingredienti provenienti da produttori locali marchigiani», spiegano gli organizzatori.

Per il secondo anno consecutivo Piazza del Popolo ospiterà un padiglione dedicato alle aziende dell’entroterra duramente colpite dagli eventi sismici dei mesi scorsi.

Ma la novità più importante è il focus sull’olio extravergine di oliva delle Marche, recentemente insignito del marchio Igp. Contestualmente a Fritto Misto si svolgerà la prima edizione del Salone dell’Olio Igp delle Marche, con la numerosa presenza dei produttori che presenteranno in anteprima le nuove etichette.

E poi grande spazio anche al vino con intriganti abbinamenti in particolare con il Rosso Piceno, di cui quest’anno ricorre il cinquantesimo anno dell’istituzione del disciplinare.

Non mancheranno gli abbinamenti tra fritto e birra proposte da una decina di birrifici artigianali delle Marche.

La Regione sarà presente con uno stand istituzionale, due convegni sul Psr (Programma di sviluppo rurale), eventi, show-cooking, incontri tra produttori e consumatori. Due i seminari promossi che si terranno nell’area Eventi. Martedì 30 aprile, alle ore 16, quello dedicato alla “Evoluzione dei progetti integrati di filiera”, con un’anticipazione sul prossimo bando riservato al settore forestale per la produzione di energia rinnovabile e altri prodotti ottenibili con il legno.

Giovedì 2 maggio, sempre alle 16, si terrà il secondo incontro sulla “Viabilità rurale e prevenzione del rischio idrogeologico”: illustrati i bandi, a cui si può ancora aderire, per il miglioramento e l’adeguamento delle strade interpoderali aziendali e la salvaguardia del territorio attraverso gli accordi agroambientali per la prevenzione del dissesto idrogeologico.