Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Friday For Future Ancona, una pedalata contro lo smog per la mobilità sostenibile

Con l'iniziativa andata in scena nell'ultimo weekend i ragazzi e le ragazze dell'organizzazione a tutela dell'ambiente hanno voluto rimarcare alcune loro prerogative. Criticato anche lo stato fatiscente della pista ciclabile ad Ancona

Pedalata FFF
Un momento della pedalata anti-smog promossa da Fridays For Future

ANCONA- Sono tornati a far parlare di loro e animare positivamente il weekend i ragazzi e le ragazze di Fridays For Future Ancona. Nella giornata di domenica diversi membri dell’organizzazione hanno effettuato una pedalata simbolica contro lo smog e a sostegno di una mobilità sostenibile (nel rispetto della normativa vigente in materia di Coronavirus), denunciando lo stato ancora fatiscente della pista ciclabile realizzata nel centro di Ancona.

Abbiamo promosso questa iniziativa per vari motivi – spiega Jacopo di FFF Ancona – Il trasporto pubblico è importantissimo per decongestionare il traffico cittadino e ridurre le emissioni sia di CO2, e quindi alleggerire il contributo all’effetto serra, sia di inquinanti atmosferici vari, come il particolato atmosferico (che causa comprovati danni alla salute). Chiaramente se il trasporto pubblico fosse completamente elettrificato e alimentato da energie rinnovabili (tecnicamente possibile), sarebbe anche meglio. Inoltre, abbiamo voluto denunciare lo stato sostanzialmente fatiscente della pista ciclabile cittadina, che dovrebbe collegare tutta Ancona, in modo sicuro e a impatto zero».

Il settore dei trasporti, oltre ad essere significativo per il suo impatto sull’effetto serra, è fonte di inquinamento atmosferico (particolato atmosferico Pm10 Pm2.5) che trasversalmente può favorire lo sviluppo di patologie respiratorie. Ecco perchè sensibilizzare diventa molto importante in questa fase:

«A Piazza Cavour diverse persone si sono fermate a chiederci informazione e a fare foto ai nostri cartelloni: in generale, c’è stato sicuramente un feedback positivo. Ovviamente è necessario sensibilizzare ancora di più le persone al tema della crisi climatica, che nel nostro contesto si traduce in istituire l’Area Marina Protetta, bonificare la zona dell’Api di Falconara e investire sulla mobilità sostenibile. Questi tre punti sono per noi importantissimi».

Sarà un periodo intenso, come lo stesso Jacopo di Fridays For Future ha concluso: «Ovviamente continueremo a batterci per rendere Ancona una città sostenibile tramite altre iniziative, in conformità alle misure anti Covid, rivendicando in particolare, ripeto: bonifica Api, Area Marina Protetta e mobilità sostenibile».

Exit mobile version