Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Filottrano, Villa Gentiloni riapre alle soirée. Paolorossi: «Dobbiamo riprenderci in mano vita ed economia» – VIDEO

Dopo lo stop imposto dall'epidemia di covid, la dimora storica di Filottrano riapre i battenti. Un inno al ritorno alla normalità anche se con tutte le accortezze necessarie

Villa Gentiloni

FILOTTRANO – «L’epidemia di coronavirus è stata una fase traumatica che oltre a chiudere le attività produttive e i confini geografici dei nostri paesi, ha lasciato sospese le nostre esistenze. Dopo questo choc è ora di riaprire i cuori e tornare ad avere fiducia: è necessario riprendere in mano le redini della nostre esistenze e tornare a vivere». È la riflessione posta ieri sera, 1 agosto, dallo stilista filottranese Luca Paolorossi in occasione del riapertura di Villa Gentiloni agli eventi.

La serata a Villa Gentiloni

Dopo lo stop avvenuto nel mese di marzo al nutrito cartellone di spettacoli predisposto dallo stilista, la dimora storica di Filottrano, che fu centro della vita culturale del ‘900, ritorna alla sua mission: quella di portare turisti, creando un’attrattiva, nel cuore delle Marche, definite meta imperdibile dalla prestigiosa guida Lonely Planet. E lo fa in grande stile con una serata che ha subito fatto registrare il sold out grazie anche agli spettacoli dei musicisti, giocolieri, mangiafuoco, lanciatori di coltelli e artisti.

Un messaggio, quello di Luca Paolorossi, che è anche un monito al ritorno alla normalità, anche se con le dovute attenzioni imposte dalla situazione. «Abbiamo bisogno di non fermarci – spiega -: se paradossalmente ci sono persone che sembrano quasi godere nel sapere che ci sono nuovi focolai, con tutte le attenzioni del caso perché non vogliamo infettarci, dobbiamo continuare a vivere». Un ritorno in attività, quello di Villa Gentiloni, che coincide con il compleanno dello stilista. «Il mio obiettivo è quello di portare gente nelle Marche – rimarca – : all’aperto si può stare e si può stare bene, e ci si può divertire in maniera sana e sicura, perché la vita continua anche dopo il Covid».

«Tanti imprenditori hanno scelto di non andare all’estero quest’anno e hanno deciso di passare la serata a Villa Gentiloni, un’occasione importante per scoprire la nostra regione, a tutto vantaggio degli operatori che lavorano nel turismo e che sono proprio fra i più penalizzati dal lockdown».

Luca Paolorossi

Da segnalare che Villa Gentiloni, proprio in questi giorni, è entrata ufficilamente nella rete di residenze estive. «Molti turisti stranieri, facoltosi, ci stanno contattando per affittare la villa – spiega –, le Marche mai come quest’anno sono gettonatissime».

Uno scorcio di Villa Gentiloni

Un’opportunità che può avere risvolti positivi sull’economia regionale, molto legata al turismo. «Dobbiamo riprenderci in mano le nostre vite e la nostra economia – conclude -, dobbiamo ripartire mentalmente, emotivamente e socialmente, oltre che economicamente, e dobbiamo farlo presto».