Festival Terre In Moto, il Fabbri è presente

Una parte di quanto raccolto lo scorso primo aprile sarà devoluto al Festival in calendario dal 20 al 23 luglio a Fiastra. Ad annunciarlo è il Laboratorio sociale Fabbri di Fabriano

La cena di solidarietà organizzata dal Fabbri lo scorso aprile

FABRIANO – Una parte di quanto raccolto lo scorso primo aprile sarà devoluto al Festival Terre in Moto in calendario dal 20 al 23 luglio a Fiastra. Ad annunciarlo è il Laboratorio sociale Fabbri di Fabriano. «In seguito all’iniziativa del primo aprile in cui come Laboratorio Sociale Fabbri, Arci Il Corto Maletese e Lol Disco abbiamo raccolto, attraverso varie iniziative, fondi per le popolazioni terremotate, annunciamo che una parte di quanto raccolto verrà devoluto al Festival Terre In Moto. L’evento ci vede protagonisti nell’organizzazione e saremo impegnati nel corso dei prossimi giorni nell’allestimento e nella gestione delle iniziative», si legge nella nota.
Il festival Terre in Moto-tornare, resistere ricostruire, prevede una serie di laboratori, incontri e dibattiti, teatro, yoga per grandi e bambini, escursioni, giochi, musica, balli popolari, reading, degustazioni, spazio bimbi e tanto altro ancora, a partire dal 20 luglio e fino al 23, a Fiastra.

«24 agosto, 26 ottobre, 30 ottobre, 18 gennaio. Per chi abita nelle zone dell’Appennino centrale questi non solo giorni sul calendario, ma è un tempo preciso, quello in cui tutto – relazioni, lavoro, affetti, quotidianità – è stato stravolto nei pochi minuti in cui la terra ha tremato. È passato quasi un anno, la situazione non accenna a migliorare: decine di migliaia di persone sono state costrette a lasciare le proprie abitazioni, intere comunità sono state disgregate. Come altri settori produttivi, anche quello turistico ha subito un grave arresto, anche a causa della pessima gestione comunicativa. Le strutture che fortunosamente non hanno subito danni, rischiano oggi di desistere definitivamente», specificano gli organizzatori del Festival, fra i quali i fabrianesi del Fabbri.
«Si tratta di un evento nato dal basso, interamente autofinanziato, per raccontare gli Appennini a un anno dal terremoto, per aiutare il rilancio del settore turistico e la ricostruzione del tessuto sociale ed economico, per far ritorno nei paesi dell’entroterra e dare un segnale di speranza ad un territorio che si sente sempre più abbandonato», si conclude la nota.

La locandina del Festival Terre In Moto

È possibile sostenere Terre in Moto Festival partecipando al crowfunding ancora attivo sulla piattaforma Produzioni dal Basso. L’ingresso al Festival è totalmente gratuito.
Il programma completo degli eventi (per i laboratori è gradita la prenotazione): https://terreinmotomarche.blogspot.it/2017/06/terre-in-moto-festival.html
Crowfunding http://www.produzionidalbasso.com/project/terre-in-moto-festival/
Per informazioni: email terreinmotomarche@gmail.com – tel 3470859036/3465176806
Facebook: terreinmotomarche e nei giorni del festival, al Punto Accoglienza allestito a San Lorenzo sul Lago, Fiastra.