Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Festa della Mamma a favore delle fasce più deboli con il regalo solidale dei volontari di ANT

La Onlus fornisce assistenza medico specialistica gratuita a casa dei malati di tumore senza alcun costo per le famiglie. Un supporto importante, soprattutto in questo periodo di emergenza Covid-19

Una Festa della Mamma a favore delle fasce più deboli: sostieni i volontari di ANT
Una Festa della Mamma a favore delle fasce più deboli: sostieni i volontari di ANT

Mentre una consistente parte delle popolazione ha iniziato da qualche giorno a tirare un sospiro di sollievo, per qualcuno l’emergenza Covid-19 non solo non è finita, ma continua a rappresentare una minaccia reale con cui confrontarsi quotidianamente. Stiamo parlando degli oltre 250 medici e infermieri della Fondazione ANT (Associazione Nazionale Tumori) che continuano ad essere in prima linea per curare a casa quotidianamente 3.000 persone malate di cancro, la fascia più fragile.

La Fondazione ANT Italia è una Onlus che fornisce assistenza medica specialistica gratuita a casa dei malati di tumore senza alcun costo per le famiglie, basandosi sulle risorse reperite sul territorio. Fondazione ANT è la più ampia realtà non profit in Italia per l’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai pazienti oncologici. Dal 1985 a oggi ha assistito oltre 130.000 malati, in modo completamente gratuito, con équipe multi-disciplinari presenti in 31 province di 11 regioni.

In occasione della Festa della Mamma sarà possibile sostenere il lavoro dell’équipe ANT scegliendo un regalo solidale su https://ant.it/store/. Proprio come una madre si prende cura dei propri cari, così la squadra di ANT si prodiga per aiutare malati di tumore sul territorio che altrimenti non avrebbero alcun tipo di sostegno.

Si tratta di un’emergenza nell’emergenza: nelle ultime settimane, nella provincia di Pesaro, il numero di persone che si sono rivolte ad ANT Urbino è addirittura triplicato. Sono aumentate le richieste di assistenza a domicilio in fase precoce di malattia, da parte di pazienti che stanno facendo chemio o radio terapie e che hanno bisogno di cure di supporto, ma non possono rivolgersi agli ospedali, o per timore di contagio o per l’impossibilità degli stessi di prendersene cura.

«Pesaro è stata per diverse settimane la terza città in Italia per tasso di mortalità per Covid-19. Passato un primo momento di paura e angoscia per noi e per i nostri pazienti, io e tutta l’équipe abbiamo proseguito il nostro lavoro anche più di prima» spiega la dottoressa Germana Severini, coordinatrice del Servizio Sanitario ANT Marche. «Il numero dei nostri pazienti è triplicato per la chiusura dell’Oncologia e noi abbiamo voluto rispondere a tutti, alle urgenze come alle medicazioni più semplici, sia per evitare ai pazienti accessi nelle strutture sanitarie con il rischio che entrassero in contatto col virus, sia per dare silenziosamente una mano ai colleghi degli ospedali alle prese con l’emergenza. Abbiamo trovato le persone preoccupate al pensiero di non potersi rivolgere a nessuno: noi ci siamo perché sappiamo bene quanto sia importante per loro, oltre alle cure e alle terapie, sentirsi rassicurati, protetti. Noi lo facciamo da sempre con amore e mai come in questo periodo abbiamo sentito davvero il calore e l’apprezzamento nelle persone a cui portiamo assistenza».

Per i territori di Pesaro e Urbino oltre che online è possibile ordinare la pianta per la Festa della Mamma chiamando Jara 347 5229625 e Daniela 348 2626147 o scrivendo a ordini.pesaro@ant.it.
Le consegne vengono fatte direttamente dai volontari a: Pesaro, Fano, Vallefoglia, Montelabbate, Mombaroccio, Tavullia, Gradara, Gabicce Mare, Urbino e Fermignano.