Fenicottero a Pesaro, il biologo: «La gente lo lasci riposare, è in fase migratoria»

Sorpresa e stupore a bagni Roby. L'uccello si è fermato per riposare. L'appello degli esperti affinchè venga lasciato in pace

Fenicottero a Pesaro

PESARO – Stupore e curiosità in mattinata (mercoledì 21 agosto) per l’avvistamento di un fenicottero proprio sulla spiaggia di Bagni Roby. Un evento tutt’altro che comune che ha attirato tantissimi curiosi pronti a scattare foto, fare video e selfie con il raro animale.

Si tratta di un esemplare molto giovane, di circa un anno. Sul posto anche una addetta della Lipu, la Lega italiana protezione uccelli che sta cercando di creare una sorta di cordone tra l’animale e le persone curiose. L’uccello, spaventato dalla tanta gente, non riesce a fermarsi.

Fenicottero

«Pesaro è su una rotta migratoria – spiega il biologo Andrea Fazi – è abbastanza raro trovare un fenicottero a Pesaro. Era capitato un paio di anni fa, ma sempre nell’ambito di passaggi pre migratori. Si tratta di animali giovani, ancora inesperti e spesso stanchi per queste traversate. Si è fermato per riposarsi, è importante che venga lasciato in pace in modo tale che possa riguadagnare la sua rotta di notte, come sono soliti fare i fenicotteri. Capiamo la curiosità, ma è bene che l’uccello possa fermarsi».

L’assessore all’ambiente Heidi Morotti commenta: «Questa mattina un nuovo ospite ha scelto le nostre spiagge per riposare. Il fenicottero è un cucciolo, in buona salute e probabilmente è solamente in transito, una volta riposato e rifocillato riprenderà il volo. Chiedo a tutti di non disturbarlo, di non avvicinarsi troppo per fare foto e di lasciarlo il più possibile tranquillo.

Gli esperti del Cras confermano che l’animale è in buona salute, secondo i loro monitoraggi dovrebbe arrivare da Cervia e il resto del suo gruppo, adulti e cuccioli d’annata, sono fermi lungo il fiume Foglia. Lasciamolo tranquillo e in qualche giorno ripartirà, per ricongiungersi al suo stormo».

Dopo la tartaruga Luciana, il biacco in centro storico e i delfini al porto, ecco un’altra sorpresa estiva.