Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Federcasalinghe ricorda l’8 Marzo: «Unite si vince»

L'associazione di Moie ha chiamato a raccolta le associate per la tradizionale cena dedicata alla Giornata Internazionale delle donne. Al centro della conviviale la storia dell'universo femminile

La presidente di Federcasalinghe, Maria Elvira Conti Fabbri durante la cena dell'8 Marzo

MOIE – La Federcasalinghe, associazione nata per la difesa dell’azienda famiglia e nata nelle Marche trent’anni fa, ha chiamato a raccolta le associate per la tradizionale cena dedicata al ricordo storico dell’8 marzo.

L’incontro a Moie di Maiolati, a cui hanno partecipato numerose iscritte, è stato aperto dalla presidente regionale Maria Elvira Conti Fabbri: «È importante non dimenticare la storia dell’universo femminile. Abbiamo avuto la perseveranza di raggiungere obiettivi importanti e non va sottovalutato il nostro punto di partenza. Noi donne, oggi come ieri, continuiamo ad essere discriminate perché considerate persone inattive, improduttive e a carico di altri, siamo invece colonna portante di ogni famiglia. Non possiamo sempre puntare il dito contro gli altri, perché molto spesso siamo noi le prime a non fare squadra».

L’occasione per parlare della dilagante violenza morale e fisica sulle donne, ma anche dell’importanza di avere un dialogo costruttivo con gli uomini per capire i motivi che si possono nascondere dietro situazioni degenerative. A tal proposito l’associazione sta pensando di organizzare un incontro sul tema. «Mi auguro che la donna non sia più vittima di violenza – continua la presidente – e la violenza per noi è anche essere private degli strumenti per essere in armonia e in equilibrio. Sono orgogliosa di continuare a battermi per avere asili nido vicino casa a basso costo o nelle aziende, lavoro part time per chi lo desidera, conciliazione tra tempi del lavoro e della famiglia e corsi di formazione per quelle donne che, dopo aver scelto di crescere i propri figli, vogliono rientrare nel mondo del lavoro dopo i 40 anni».