Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

All’asta la Farmacia del Piano, offerte a partire da 2milioni e 650mila euro: interessato un commercialista

La storica attività che segna l'epoca della ditta Russi, il primo stabilimento chimico e farmaceutico, sarà venduta. Fissata la data per l'apertura delle buste: il 24 gennaio. Il proprietario: «Rimarremo aperti fino alla sua aggiudicazione, siamo in concordato di continuità»

Farmacia del Piano
Farmacia del Piano

ANCONA – La Farmacia del Piano andrà all’asta, valore base calcolato 2 milioni e 650mila euro. È stato decretato dal tribunale civile che ha già fissato la data per l’apertura delle buste: il 24 gennaio, davanti al giudice Francesca Miconi. Per presentare le offerte c’è tempo fino al giorno prima. L’attività, dal 2003, è in mano al dottore Roberto Catanzaro che ha chiesto e ottenuto il concordato preventivo ad aprile 2017, per evitare il fallimento. Per la vendita quindi si dovrà procedere tramite tribunale. «È un concordato di continuità – spiega Catanzaro – rimarremo aperti fino a quando non sarà aggiudicata l’asta. Non c’è nessun fallimento». Il lavoro al suo interno infatti sta continuando. Nei giorni scorsi si sarebbe fatto avanti un commercialista di fuori città, molto facoltoso, che sarebbe interessato all’acquisto.

Quella di piazza Ugo Bassi è l’ultima farmacia del capoluogo dorico, della ditta Russi, il primo stabilimento chimico e farmaceutico che ha segnato l’esordio dell’industria farmaceutica marchigiana. La sua apertura risale agli anni ’30. Sui motivi che hanno portato a chiedere il concordato Catanzaro preferisce non entrare nel merito, almeno per il momento. A settembre il farmacista era stato protagonista di una singolare protesta che riguardava la sua attività. Aveva affisso un cartello contro un dirigente Asur per dei mancati rimborsi che non gli permettevano di acquistare medicinali da vendere poi ai clienti (leggi l’articolo). Il problema fu poi risolto con lo sblocco immediato del pagamento.

Il bando d’asta prevede che chi si aggiudicherà l’attività erediterà anche gli attuali dipendenti, sette in tutto (uno con contratto in scadenza), e subentrerà anche nell’affitto dell’immobile che, come riportato dal bando stesso, è di 4mila e 900 euro mensili. Nella cifra del canone d’affitto sono compresi anche l’utilizzo di un garage e un laboratorio. La vendita sarà comprensiva di autorizzazione commerciale al minuto di prodotti alimentari per l’infanzia ed integratori alimentari e di estetica. Sono escluse dalla vendita una vettura Porsche Cayenne del 2006 e Mercedes Cabriolet 2007 intestate a Catanzaro. I prodotti in vendita che resteranno in farmacia dopo l’aggiudicazione saranno calcolati a parte per la relativa cifra di acquisto.