Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fano, vandali in azione nel circuito Marconi off limits per gli sportivi amatori

L’impianto è frequentato da camminatori, ciclisti e pattinatori, ma ora è vietato l'ingresso, viste le misure anti-Covid. Eppure molti trasgrediscono le regole. La rabbia dell'assessore Brunori

Impianto Marconi a Fano: controlli della Polizia e dell'Assessore Brunori
Impianto Marconi a Fano: controlli della Polizia e dell'Assessore Brunori

FANO – Vandali in azione al circuito Marconi di Fano. Diverse reti che delimitano la zona sono state divelte in modo da poter usufruire dell’area. Un comportamento incivile che non è passato inosservato all’assessore allo sport Barbara Brunori e alle locali forze dell’ordine che hanno deciso di pattugliare frequentemente la zona sportiva della Trave per cercare di scoraggiare i trasgressori.

Transenne che delimitano il circuito Marconi
Transenne che delimitano il circuito

L’impianto infatti è particolarmente frequentato dai camminatori, dai ciclisti e dai pattinatori che ora però dovranno rimanere al di fuori della struttura che, anche tramite delle apposite transenne, è stata inibita per le prossime due settimane.

Al riguardo ha commentato l’assessore: «Stiamo attraversando un periodo faticoso per il quale sono stati presi provvedimenti stringenti per la situazione sanitaria che sta degenerando nuovamente e questa volta colpisce anche molti giovani. Perché dobbiamo trasgredire le regole che ci servono per proteggere noi e gli altri? Abbiamo chiuso il circuito Marconi come lo SkatePark per motivi di sicurezza eppure c’è chi continua a fregarsene delle disposizioni prese danneggiando anche le strutture. Bene, a queste persone dico che la sanzione prevista è di 400 euro, ridotti a 280 se il verbale si paga nei primi 5 giorni della contestazione o notifica».

Un giro di vita resosi necessario e ampiamento giustificato delle direttive dell’ordinanza regionale anti-Covid, che ha messo le Marche in zona rossa, al fine di non assecondare gli assembramenti. Le uniche eccezioni ammesse saranno quelle riguardanti gli atleti che praticano lo sport agonistico e che fanno parte delle varie realtà sportive del tessuto cittadino.

Tratti di rete danneggiata
Tratti di rete danneggiata