Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Da Fano al palco di Vasco Rossi. Raffi aprirà il concerto del Blasco di Bari e Ancona: «Un’emozione indescrivibile»

La 23enne, talento emergente della musica italiana made in Pesaro ma fanese oramai di adozione, racconta le sensazioni a poche ore dal debutto

Raffi
Raffi

Da Fano al palco di Vasco Rossi. È questa la bellissima parabola di Raffaella Pierattoni, al secolo Raffi, talento emergente della musica italiana made in Pesaro ma fanese oramai di adozione. La 23enne, accompagnata dalla sua neonata band XXEnergy, aprirà due date del tour estivo di Vasco: il 22 giugno a Bari e quattro giorni dopo ad Ancona.

La giovane, che ha all’attivo due singoli (a giorni vedrà la luce la terza hit) ha sbancato il web con la sua “Vivo senza te”, capace di superare le 160mila visualizzazioni in pochi mesi. A scoprire e valorizzare il talento cristallino di Raffi è stato Roberto Casini, batterista storico della Steve Rogers Band, e autore di alcune canzoni di Vasco Rossi come “Va bene così”, “Gabri”, “Eh già”, “La verità”, “Colpa del whisky” e altre. Una guida preziosa che sta portando già i suoi frutti.

L’abbiamo contattata poche ore prima del suo concerto per raccogliere sensazioni ed emozioni e per cercare di capire cosa si prova a condividere il palco con un gigante della musica come Vasco Rossi : «Un’emozione indescrivibile… tanta felicità! Al pensiero sorrido, ma anche tanta grinta e concentrazione… non vedo l’ora! Se siamo qui a parlare è solo grazie a Roberto Casini che ha reso possibile l’impossibile credendo in me. L’impossibile sarà salire sul palco più importante della musica italiana e suonare le nostre canzoni… per questo devo dire: Grazie Vasco!»

E alla domanda su come ci si prepara ad un appuntamento così importante ci dice: «Mi ascolto molto e cerco di capire cosa va e cosa ancora non va e cerco di migliorarmi… abbiamo fatto un grande lavoro con la mia Band XXENERGY alla ricerca della perfezione: ci siamo conosciuti da poco ma c’è una grande intesa, respiriamo la stessa voglia di “farcela”». E su Vasco aggiunge: «Ci siamo conosciuti telefonicamente, non vedo l’ora di incontrarlo per capire come si fa a diventare così grandi!»