Fano: 20enne portato in carcere dopo tre evasioni dai domiciliari

Dopo un furto a uno stabilimento balneare tra la Sassonia ed il porto, era uscito più volte ma i controlli dei Carabinieri hanno riportato il giovane dietro le sbarre

L'istituto penitenziario di Pesaro
L'istituto penitenziario di Pesaro

FANO – Evade tre volte dai domiciliari, ora sconterà la pena in carcere. Si tratta di un rumeno ventenne agli arresti domiciliari per furto a uno stabilimento balneare tra la Sassonia ed il porto di Fano commesso a luglio scorso. Nei giorni scorsi si era reso protagonista di due uscite fuori programma, la seconda per riaccompagnare la fidanzata a casa.

I carabinieri dell’aliquota Radiomobile della Compagnia di Fano hanno arrestato nuovamente e portato al carcere di Pesaro R.C., il ventenne. Il provvedimento è stato disposto dal Giudice del Tribunale di Pesaro su richiesta del Pubblico Ministero della locale Procura per porre fine alle reiterate evasioni dagli arresti domiciliari da parte del giovane.

Ben tre in poco meno di quindici giorni. Per le due più gravi, commesse in poco più di una settimana, R.C. era stato arrestato dagli stessi carabinieri. E’ stato giudicato per direttissima ed associato nuovamente presso la sua abitazione con l’intimazione di rispettare gli obblighi imposti, ma ora il giudice ha messo la parola fine alla vicenda.