Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fano, in arrivo assunzioni in Comune. Presto un nuovo dirigente nel settore Cultura

L’attuale responsabile Grazia Mosciatti andrà in pensione alla fine dell’anno. La giunta comunale ha approvato la dotazione organica del personale per il triennio 2020 – 2022. Ecco le novità

FANO – Nuove assunzioni in Comune. La giunta comunale infatti ha approvato la dotazione organica del personale dipendente per il triennio 2020 – 2022. «Un fabbisogno che, se soddisfatto, rimetterebbe in linea il Comune con i tempi ordinari pur contemplati dalla burocrazia», spiega in una nota l’ente.

Nel frattempo nell’anno in corso sono stati assunti quattro funzionari amministrativi e altrettanti contabili, un funzionario in euro progettazione, tre insegnanti di scuola materna, sette educatrici assistente della scuola dell’infanzia.

Allo stesso tempo sono state attivate le procedure per procedere all’assunzione a tempo indeterminato del dirigente del settore Cultura, Servizi Educativi, Turismo, tramite concorso pubblico, visto che l’attuale dirigente Grazia Mosciatti andrà in pensione alla fine dell’anno. Il procedimento riguarda anche 2 funzionari contabili, 8 funzionari tecnici, 2 funzionari che dovranno occuparsi di fisco, stipendi e previdenza, 7 istruttori contabili, 7 amministrativi e 2 tecnici, oltre collaboratori amministrativi, il tutto tramite la mobilità volontaria.

Lo stesso provvedimento riguarda un funzionario amministrativo nel settore Turismo che dovrebbe prendere il posto dell’attuale direttore Mauro Giampaoli e un vigile urbano.

«Alcune previsioni sono state aumentate rispetto alla programmazione precedente, ipotizzando un riscontro marginale alle procedure di mobilità volontaria, rispetto alle quali occorre l’assenso degli enti di provenienza, non sempre facilmente ottenibile. Questo al fine di procedere all’avvio di concorsi pubblici, pur tenendo conto della complessità delle procedure legate all’alto numero di concorrenti, prevedibile dopo anni di blocco delle assunzione e di turn over. Tra l’altro occorre rispettare le norme che impongono che i Comuni potranno effettuare assunzioni di personale a tempo indeterminato entro il limite di un rapporto percentuale definito dalla spesa per il personale dipendente e delle entrate correnti», spiega in una nota l’amministrazione.