Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fano, dall’8 gennaio screening di massa anti-Covid su tutto il territorio

I cittadini di Fano, Marotta e Colli al Metauro potranno sottoporsi al test rapido dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 19 e fino a mercoledì 13 gennaio. Seri: «Fondamentale la partecipazione della cittadinanza per fermare il contagio»

Screening tamponi ad Ascoli

FANO – La lotta al Covid-19 passa necessariamente anche attraverso la mappatura dei contagi. Proprio in virtù di ciò, dall’8 al 13 gennaio tutti coloro che vorranno sottoporsi al test rapido per il coronavirus potranno farlo in maniera totalmente sicura e gratuita. Lo screening di massa riguarderà i cittadini di Fano, Marotta e Colli al Metauro.

«Un’iniziativa promossa dalla Regione Marche che ringrazio e che coinvolge tutta la popolazione – ha commentato il sindaco di Fano Massimo Seri -. Oggi a maggior ragione è un’operazione molto importante poiché la curva epidemiologica è di nuovo in crescita e le conseguenze se non si riuscirà a fermare questa nuova ondata dell’epidemia potrebbero essere devastanti. Per questo abbiamo suddiviso le varie postazioni di controllo in tutto il territorio così da dar modo a tutti coloro che vorranno controllarsi di farlo senza problemi».

Screening di massa
Screening di massa

Lo screening partirà dunque da venerdì 8 gennaio dalle 8 alle 13 e dalle 15 alle 19 e terminerà mercoledì 13 gennaio. Per quanto riguarda il Comune di Fano, sarà sufficiente presentarsi al Codma in via Tommaso Campanella n. 1 oppure alla palestra Venturini di via San Paterniano negli orari sopracitati.

I cittadini di Mondolfo potranno invece recarsi al Bocciodromo Comunale di viale Europa 9, mentre quelli di Mombaroccio e Cartoceto nel sito del Ristorante “La Tagliata” di via Mombaroccese 19/a. Non serve appuntamento, ma è gradita la stampa del modulo, già compilato, con la richiesta Test Antigenico Rapido Covid19 che si può trovare nelle farmacie, nel sito del Comune di Fano e in quello dell’Asur. Il modulo verrà inoltre distribuito all’esterno delle strutture dai volontari della protezione civile e della Croce Rossa.

I tempi di attesa saranno minimi poiché il risultato verrà comunicato, in maniera ovviamente anonima, nel giro di circa 15 minuti. Gli eventuali positivi saranno poi sottoposti al test molecolare.

Non potranno partecipare allo screening di massa: le persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid19 (in questo caso, si deve contattare il Medico di Assistenza Primaria); le persone attualmente in malattia per qualsiasi motivo; le persone risultate già positive al Covid-19 negli ultimi 3 mesi; le persone in quarantena o in isolamento fiduciario; le persone che hanno già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare; le persone che eseguono regolarmente il test per motivi professionali; i minori sotto i 6 anni; le persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.