Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fabriano, il Premio Argignano conquista sempre più spazio

I riconoscimenti sono andati nella sezione Junior alla giovanissima e pluri-medagliata atleta della Faber Ginnastica Fabriano, Milena Baldassari. Mentre Luciano Pellegrini, fautore del museo Antichi Mestieri in Bicicletta, s’è aggiudicato la sezione Senior

I premiati 2018 insieme ad alcuni delle scorse edizioni

FABRIANO – Un successo la decima edizione del Premio Castello di Argignano – Riconoscimento al personaggio del 2018 svoltosi a Fabriano. I riconoscimenti sono andati nella sezione Junior alla giovanissima e pluri-medagliata atleta della Faber Ginnastica Fabriano, Milena Baldassari. Mentre Luciano Pellegrini, fautore del museo Antichi Mestieri in Bicicletta, s’è aggiudicato la sezione Senior. L’ospite d’onore, la sezione comunale dell’Avis, che da oltre settant’anni sviluppa e realizza con esiti davvero molto positivi questo encomiabile servizio sociale di puro volontariato.

La cerimonia di consegna, si è tenuta nell’ambito della Festa della Felicità che si svolge nella frazione Argignano di Fabriano. Tanti le persone che hanno partecipato, a partire dal sindaco Gabriele Santarelli, il vescovo della diocesi Fabriano-Matelica, monsignor Stefano Russo, il dirigente del Commissariato Sandro Tommasi, i comandanti della Stazione dei carabinieri, i presidenti del Rotary e il presidente del circolo della stampa Marche Press, Valeria Salari Peccica.

«Nel corso di tutti questi anni – ha rilevato l’ideatore del Premio, Daniele Gattucci – il premio è cresciuto parecchio, si è rafforzato, ampliando il proprio appeal, ricevendo un numero sempre maggiore di candidature segnalate e poi accuratamente vagliate dalla Giuria che ha un compito sempre più difficile e delicato nell’approdare alla scelta finale. Questa manifestazione che celebra i suoi primi dieci anni è nata dall’impegno del Direttivo del Circolo Fenalc di Arginano, ed ha sempre avuto il patrocinio del Comune di Fabriano e del Circolo della Stampa Marche Press, con la successiva adesione del Rotary Club di Fabriano. Altra peculiarità, il merito di aver costruito la prima ed unica videoteca dei Fabrianesi Benemeriti, grazie anche al pregevole lavoro di ripresa e montaggio della troupe guidata da Andrea Vitali, unitamente all’Albo d’Oro che vengono consegnati, anno dopo anno, agli archivi della Biblioteca Sassi».

Ai premiati è stata consegnata la scultura di bronzo realizzata dagli allievi e professori dall’Istituto d’Arte Mannucci. Come detto per la categoria Senior, l’aquilotto, simbolo di Argignano, è andato a Luciano Pellegrini. Passato giovanile come boxeur di punta della celebre Pugilistica Fabrianese, poi divenuto imprenditore nel campo del recupero e riciclo materiali ferrosi, ma il motivo principale che ha portato lustro e notorietà a Fabriano è la realizzazione del museo dei mestieri in bicicletta che oggi raccoglie ben ottantotto reperti storici di questo mezzo a due ruote.

Per la categoria Junior, podio per la giovanissima e bravissima ginnasta di Fabriano, Milena Baldassarri, campionessa italiana in carica di ginnastica ritmica, da anni protagonista di successi a catena a livello nazionale e internazionale, tanto che i suoi genitori hanno ritirato il Premio per lei, in quanto inserita nella fase di preparazione dei prossimi campionati della Nazionale ginnastica.

L’ospite d’onore del 2018: la sezione di Fabriano dell’Avis. Il presidente Luciano Bano avvalendosi dell’ausilio di un trailer fotografico ha illustrato passato, presente e attività di una realtà d’eccellenza per l’intera Regione. «L’Avis di Fabriano in oltre settanta anni di storia, ha fatto e sta facendo tanto, siamo chiamati, ogni giorno a nuove sfide, collaborando con tutti, impegnandoci di più, per fare meglio e vincere la nostra gara solidale: nel 2017 con 2.250 donatori, abbiamo raccolto 4.100 sacche sangue, di gran lunga siamo la sezione con più donazioni in rapporto alla popolazione, non soltanto in campo regionale, ma su scala nazionale».