Doppio appuntamento con la FORM: Jobim a Fabriano e Chopin a Jesi

L'Orchestra Filarmonica Marchigiana presenta un concerto al Teatro Gentile dedicato all'inventore della bossa nova. Cambio di registro a Jesi, dove il Teatro Pergolesi risuonerà con il compositore polacco suonato dal pianista russo Nicolay Khozyainov

Orchestra Filarmonica Marchigiana

FABRIANO- Doppio appuntamento organizzato dalla FORM da scrivere in agenda. È fissato per domani, lunedì 6 maggio, alle ore 21 al Teatro Gentile di Fabriano il concerto dedicato al grande cantautore-compositore sudamericano Antônio Carlos Jobim, inventore del genere bossa nova. Sul palco, insieme all’Orchestra Filarmonica Marchigiana, il più “brasiliano” dei musicisti italiani, il clarinettista Gabriele Mirabassi e Massimo Morganti, che ha arrangiato i pezzi, alla direzione.

In scaletta Saudade do Brasil, Tempo do mar, Desafinado, Valse, A felicidade, Caminhos cruzados, Correnteza – Eu sei que vou te amar, Chovendo na roseira, Você vai ver, Se todos vossem iguais a você.

Secondo evento, di tutt’altro registro, quello di martedì 7 maggio al Pergolesi di Jesi. In programma Chopin 1 & 2, una viva testimonianza della grande capacità dell’Orchestra di interpretare melodie di differenti epoche e stili. Amatissimi dal pubblico e dagli interpreti di ogni epoca, i concerti per pianoforte di Chopin sono espressione fra le più alte e originali del romanticismo musicale.

 

Nicolay Khozyainov

Essi rappresentano la visione di un mondo interiore ricco e profondo dove ogni sfumatura dell’animo è resa in forma di sottile trapasso, di continua, libera metamorfosi dell’una nell’altra attraverso un melodizzare fatto di arabeschi sonori liquescenti che si colorano di infinite gamme tonali. Ad interpretarli, il giovane pianista russo Nicolay Khozyainov, talento di eccezionale valore acclamato in tutto il mondo come uno dei migliori artisti della sua generazione.