Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Fabriano, l’amministrazione comunale in aiuto delle attività produttive

«Come per il 2020, anche per quest’anno è nostra intenzione fare il possibile per sostenere le imprese in difficoltà», conferma il sindaco Santarelli

Il sindaco di Fabriano
Il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli

FABRIANO – «Come per il 2020, anche per quest’anno è nostra intenzione fare il possibile per sostenere le attività produttive di Fabriano». A confermarlo è il sindaco Gabriele Santarelli, a pochi giorni dall’incontro avuto con i rappresentanti delle associazioni di categoria Cna, Confartigianato, Confcommercio. «Insieme a loro abbiamo condiviso delle possibili strategie utili ad affrontare la situazione economica attuale. E, l’occasione dell’incontro, è servita anche per avere da parte loro una valutazione delle misure messe in campo dal Governo», conferma il primo cittadino di Fabriano.

«Da parte nostra abbiamo confermato che la priorità anche per il 2021, come lo è stata per il 2020, è attivare un sistema di aiuto rivolto alle attività locali. Nel 2020 con l’agevolazione della Tari abbiamo investito 517mila euro per applicare sconti dal 20 al 60% sulla tariffa e a fine anno avevamo individuato altri 700mila euro di risorse per concedere contributi. I tempi per elaborare un regolamento e attivare la procedura non ci hanno consentito di operare in tempo utile, ma abbiamo iniziato a lavorare anche con le associazioni di categoria per fare in modo di essere pronti per questa annualità», rivela il sindaco Santarelli.

Nell’incontro avuto con i rappresentanti delle tre associazioni di categoria «abbiamo confermato la volontà di ripetere l’intervento sulla Tari e di concretizzare quanto avviato per la parte dei contributi. I responsabili fabrianesi di Cna, Confartigianato e Confcommercio ci hanno chiesto uno sforzo ulteriore per aumentare la previsione dello stanziamento per i contributi arrivando a un milione di euro. Abbiamo accolto tale richiesta impegnandoci a destinare una parte consistente dell’avanzo di amministrazione a tale scopo. Stiamo studiando con gli uffici le modalità di intervento per capire come individuare i soggetti beneficiari e in questo sarà fondamentale il confronto con tutte le associazioni a partire da Cna, Confindustria, Confcommercio e Confartigianato», conclude il primo cittadino di Fabriano.