Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Etichette irregolari: sequestrati 900mila articoli in un negozio del Maceratese

A finire nei guai un cittadino cinese, titolare dell'esercizio commerciale. L'uomo è stato segnalato alla Camera di Commercio per l'adozione dei provvedimenti di competenza

La Guardia di Finanza di Macerata in azione

A entrare in azione sono state la Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Macerata. Attraverso il costante controllo economico del territorio i finanzieri hanno sequestrato, in un esercizio commerciale della provincia gestito da un cittadino cinese, circa 900mila prodotti.

I pezzi sequestrati dalla Guardia di Finanza infatti era privi delle indicazioni minimali imposte dalla normativa in materia di sicurezza e della relativa etichetta. I militari, una volta dentro al negozio, hanno rinvenuto infatti circa 4mila confezioni tra batterie di vari formati, unghie finte, perline, collane e braccialetti e altri accessori – per un totale di 900mila prodotti – non conformi all’attuale normativa e quindi potenzialmente pericolosi e dannosi per la salute dell’uomo.

I prodotti erano infatti sprovvisti della indicazioni minime previste dal Codice del Consumo; in molti casi mancava la descrizione del materiale impiegato mentre in altri le istruzioni erano illeggibili.

Il responsabile dell’azienda è stato segnalato alla Camera di Commercio per l’adozione dei provvedimenti di competenza. Le Fiamme Gialle effettueranno anche altri accertamenti sul materiale sequestrato per scongiurare la presenza di sostanza nocive per la salute umana e stanno effettuando dei controlli anche dal punto di vista fiscale in relazione all’attività del cittadino cinese.