Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Elezioni, movimenti nel centrodestra

Lega Nord e Fratelli d'Italia sono pronti ad andare insieme alle comunali. Forza Italia è il partito più in difficoltà fra abbandoni e nuove proposte

La sede del Comune di Fabriano

FABRIANO – Il centrodestra fabrianese prova a riorganizzarsi. Ma non riesce, ancora, ad individuare il candidato a sindaco in vista delle comunali in calendario per la prossima primavera. Sergio Solari e Giovanna Leli, i due nomi più in voga, non sembrano – al momento – intenzionati a fare un passo in avanti.

 

 

Giovanna Leli

Con due nomi di peso già in campo – Giovanni Balducci sostenuto ad oggi da Pd e Udc e Gabriele Santarelli per il Movimento 5 Stelle – il centrodestra fabrianese sembra annaspare. Orfano di Urbano Urbani, nelle due ultime competizioni elettorali deus ex machina e che oggi, invece, non è intenzionato a ripresentarsi, si cerca di recuperare una parvenza di coalizione compatta. Ma, il tempo passa e all’orizzonte non si intravede la chiusura del cerchio.

 

Sergio Solari

Domani, 15 febbraio, ci sarà un primo faccia a faccia fra la neonata sezione fabrianese della Lega Nord e il locale circolo di Fratelli d’Italia. È molto probabile che le due forze decidano di andare insieme con un unico candidato.
A mancare all’appello, al momento, è Forza Italia. L’attuale capogruppo consiliare, Silvano D’Innocenzo, ha deciso di lasciare la politica. Il partito, dunque, è senza un riferimento territoriale di peso. A giorni, da alcune indiscrezioni circolate, sembra che l’ex consigliere comunale, Olindo Stroppa, possa recarsi in Ancona per parlare con i vertici regionali degli azzurri e provare a farsi affidare il partito a Fabriano. Se tutto ciò dovesse andare in porto, occorrerà comunque tempo per riorganizzarsi e cercare di andare dai potenziali alleati – Lega e FdI – con una propria strategia. E, quindi, iniziare a trattare.

Ma il tempo, anche in questo caso, è tiranno. I due maggiori competitor sono già in campo e, nelle migliori delle ipotesi, prima di metà marzo difficilmente si potrà trovare la quadratura del cerchio. Senza dimenticare che i nomi più gettonati sembrano essersi defilati. Sia Sergio Solari che Giovanna Leli – il primo attuale capogruppo del Polo 3.0 e la seconda attuale capogruppo della civica Città progetto – non vogliono certo diventare dei meri candidati di bandiera.

I prossimi giorni saranno, dunque, fondamentali per capire le strategie del centrodestra. A rischio la presentazione stessa di un forte candidato. A meno che, questa una delle boutade più ricorrenti, qualora l’ex sindaco Roberto Sorci dovesse sciogliere la riserva e scendere in campo, almeno per Forza Italia si potrebbe pensare ad una sorta di appoggio. Con o senza simbolo. Ma, al momento, questa è una strada impervia e difficilmente percorribile.