Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Macerata 2020, sarà corsa a sette: tra i candidati ci sono anche Tonino Quattrini e Gabriele Micarelli

Il primo, pensionato, rappresenta "Fronte Verde Ecologisti Confederati" mentre il secondo, commerciante, è il candidato sindaco di "Macerata Lavora"

Il municipio di Macerata

MACERATA – È corsa a sette per le prossime elezioni amministrative di Macerata. Al candidato sindaco del centrosinistra Narciso Ricotta, a quello del centrodestra Sandro Parcaroli, a quello del Movimento 5 Stelle Roberto Cherubini, a quello di Strada Comune Alberto Cicarè e a quella del Popolo della Famiglia Lauretta Gianfelici si aggiungono Tonino Quattrini (Fronte Verde: Ecologisti Confederati) e Gabriele Micarelli (Macerata Lavora).

Tonino Quattrini, candidato sindaco Fronte Verde

Tonino Quattrini, pensionato, già candidato come presidente della Provincia, ha parlato di una posizione politica alternativa dove prevalgono le idee a dove si mette fine alla sterile contrapposizione. Tra i punti del suo programma la riqualificazione edilizia e la realizzazione del bosco per la città e di un centro commerciale a cielo aperto e l’attenzione al lavoro con la costruzione di un ufficio comunale che si occupi di formazione.

Gabriele Micarelli, candidato sindaco di Macerata Lavora

In campo è sceso anche Gabriele Micarelli, commerciante, titolare del Verde Caffè. Con la sua lista civica “Macerata Lavora”, composta da tutti commercianti, propone un progetto di sviluppo che guarda al futuro e non al passato; un progetto condiviso da chi ha scelto Macerata come città dove investire.

Il 20 e 21 settembre i maceratesi saranno quindi chiamati alle urne per eleggere il futuro sindaco dopo i dieci anni di Amministrazione guidata dal primo cittadino uscente Romano Carancini.