Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Elezioni amministrative, 28 Comuni al voto nelle Marche

Urne aperte oggi (ore 7-23), domenica 3 ottobre, e domani (7-15), lunedì 4 ottobre per eleggere i nuovi sindaci. San Benedetto del Tronto, Castelfidardo, Morrovalle e San Severino i più grandi

ANCONA – Ventotto Comuni al voto nelle Marche. Urne aperte oggi, domenica 3 ottobre, dalle ore 7 alle 23, e domani, lunedì 4 ottobre, dalle ore 7 alle 15. Si eleggono i nuovi sindaci. Solo due i Comuni che, per dimensioni (superiori ai 15 mila abitanti), potrebbero andare al ballottaggio – in programma il 17-18 ottobre – se nessuno dei candidati superasse il 50% delle preferenze: San Benedetto del Tronto (46.963 abitanti) e Castelfidardo (18.645 abitanti). Sette i Comuni in cui vi è un solo candidato: Gradara, Mercatino Conca, Santa Maria Nuova, Monte San Pietrangeli, Petritoli, Acquasanta Terme e Force: per essere eletti, gli aspiranti sindaci dovranno sperare che almeno il 40% degli aventi diritto si rechi alle urne, ottenendo più del 50% dei consensi.

Si vota con una sola scheda per eleggere sia il sindaco che i consiglieri comunali. Il voto disgiunto è possibile solo a San Benedetto del Tronto e Castelfidardo. I voti conseguiti dal candidato alla carica di sindaco sono attribuiti alla lista ad esso collegata. Per i Comuni inferiori ai 5.000 abitanti si può esprimere la preferenza per un candidato al consiglio comunale, scrivendo il cognome nella apposita riga affiancata al simbolo della lista. Per i comuni tra 5.000 e 15.000 abitanti, si possono esprimere una o due preferenze per i candidati al Consiglio. Nel caso siano due, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza. Hanno diritto di voto i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali che abbiano compiuto 18 anni entro il 3 ottobre 2021. L’elettore deve presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza.

In provincia di Pesaro sono sette i Comuni al voto. I candidati per Colli al Metauro sono Candio Curina di “Energia in Comune” e Pietro Briganti di “Insieme per Crescere”. Per Fermignano i candidati sono Delfina Betonica della lista “Fermignano Rinasce” e Emanuele Feduzi di “Fermignano Futura”. A Fossombrone i candidati sono quattro: Fabio Londei di “Prima Fossombrone”, Gloria Mei di “Progetto Comune”, Elisa Cipriani di “Uniti per Fossombrone” e Massimo Berloni della lista “Massimo Berloni Sindaco”. A Gradara il candidato unico è il sindaco uscente Filippo Gasperi della “Lista Civica per Gradara”. Anche a Mercatino Conca candidato unico con Omar Lavanna di “Mercatino 4.0”. A Mondavio i candidati sono Girolamo Martino di “Mondavio città nuova” e Mirco Zenobi per “un futuro comune”. Infine a Mondolfo la partita è tra Nicola Barbieri di “Fare città” e Anteo Bonacorsi di “Futura Tu al centro”.

Quattro i Comuni in provincia di Ancona. A Castelfidardo sarà confronto a quattro, tre uomini e una donna, il sindaco uscente “contro” tre per la poltrona di sindaco. Marco Tiranti, imprenditore, ha quattro liste a sostegno: Pd-Castelfidardo bene in comune, Uniti e attivi, Sinistra unita, Azione civica solidale. Roberto Ascani, sindaco uscente, due: Movimento cinque stelle e Castelfidardo futura. Gabriella Turchetti, farmacista, ne ha tre: Fare bene per Castelfidardo, Lega Castelfidardo e Fratelli d’Italia. Tommaso Moreschi, architetto, è sostenuto dalla lista Solidarietà Popolare. A Camerano la sfida è a tre. Il dottor Oriano Mercante si presenta con la lista Camerano unita, l’avvocato Marinella Ippoliti con NuovaMente Camerano e Giorgio Giostra con Camerano è ora. Quindi Cupramontana, dove puntano allo scranno più alto Enrico Giampieri (Progetto Cupra), Clarice Orsi (Tradizione e Futuro), Laura Paolini (Scelgo Cupra). Candidato unico a Santa Maria Nuova: Alfredo Cesarini con la sua lista civica.

In provincia di Macerata sono sette i Comuni chiamati alle urne: A Bolognola il sindaco uscente Cristina Gentili, sostenuta dalla lista “Noi con Bolognola” dovrà confrontarsi con Mauro Angelo Blanchi che si presenta con la lista “Siamo Bolognola”. A Castelraimondo, invece, l’imprenditore Patrizio Leonelli con la lista “Castelraimondo il futuro” se la vedrà con Costantino Mariani che guida la lista “Castelraimondo insieme”. A Esanatoglia sarà sfida a tre tra il sindaco uscente Luigi Nazzareno Bartocci con la lista “Santa Anatolia”, l’ingegner Nello Tizzoni con la lista “Esanatoglia bene Comune” e Andrea Cipolletta con la lista “Esanatoglia domani”. Sarà confronto a tre anche a Morrovalle tra il vicesindaco uscente Andrea Staffolani che si presenta con la lista “ViviAmo Morrovalle”, Paolo Manciola con la lista “Cura e partecipazione” e Tonino Quattrini con la lista ‘Ecologisti Confederati più eco-partito valore umano”. A Muccia il sindaco uscente Mario Baroni si presenta con la civica “La Torre” e dovrà confrontarsi con Giuseppe Abruzzo che si presenta con la lista “Muccia verso il futuro”. Più nutrita la schiera dei candidati a Porto Recanati dove il confronto sarà tra quattro candidati e altrettante liste, con una carica di 64 persone in lizza per un posto in consiglio comunale: la lista “Progetto Comune” ha candidato a sindaco Andrea Michelini, “Porto Recanati 21-26” ha schierato l’avvocato Alessandro Rovazzani, ha puntato sul vicesindaco uscente Rosalba Ubaldi, invece, la lista “Centro destra unito Porto Recanati”, mentre l’ex senatore Salvatore Piscitelli sarà in campo con i “Civici per Porto Recanati”. Chiude il cerchio dei Comuni al voto San Severino, dove la sfida sarà a tre: in campo Francesco Borioni, capolista di “San Severino Futura”, il sindaco uscente Rosa Piermattei, capolista di “San Severino Cambia” e Tarcisio Antognozzi, capolista di “Insieme per San Severino”.

In provincia di Fermo sono cinque i Comuni che rinnovano il sindaco: sfida tra ex compagni di giunta a Montegranaro: il sindaco uscente Ediana Mancini con la lista “Avanti” (prima che il Comune fosse commissariato) si troverà di fronte il suo ex assessore Endrio Ubaldi (Montegranaro sempre). Confronto a due nel Comune di Ortezzano: Gaetano Agostini con la lista ‘Uniti verso il futuro’ e Carla Piermarini con “Futuro per Ortezzano”. Due i pretendenti anche per il Comune di Rapagnano. Elisabetta Ceroni (“Rapagnano 2021) e Alfonso Ceci (Impegno per Rapagnano). Candidati unici, senza sfidanti, a Monte San Pietrangeli (Paolo Casenove con la lista civica “Insieme”) e Petritoli (Luca Pezzani con la lista “Insieme per Petritoli”).

In provincia di Ascoli, infine, si vota ad Arquata del Tronto (i candidati sono Piergiorgio De Marco e Michele Franchi), a Montegallo (Sante Capanna, Giorgio Lappa, Simone Matteucci, e Marco Pietrzela), ad Acquasanta Terme (Sante Stangoni), a Force (Amedeo Lupi) e appunto a San Benedetto del Tronto, il Comune più grande delle Marche fra quelli chiamati alle urne oggi e domani. A sfidarsi, nell’importante città costiera, saranno Serafino Angelini (Movimento 5 Stelle, Cambia SanBenedetto), Aurora Bottiglieri (Pd, Articolo 1 e Civici, Nos), Paolo Canducci (Europa Verde, Democratici, Riformisti), Pasqualino Piunti (Piunti Sindaco, Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Il Popolo della Famiglia, Noi con l’Italia), Antonio Spazzafumo (Centro Civico Popolare, Libera San Benedetto, Spazzafumo sindaco, Rivoluzione Civica, San Benedetto Viva).