Internazionalizzazione, a Fermo uno sportello per le imprese

Si chiama "Export Flying Desk" e sarà attivo nella sede della Camera di Commercio delle Marche. Domani (martedì 5 novembre) un incontro per illustrare il progetto nato dalla collaborazione con l'Ice

FERMO – Si tratta di uno sportello territoriale destinato a favorire l’internazionalizzazione delle imprese. Si chiama Export Flying Desk. A gestirlo un professionista presente, un giorno a settimana, fino a fine gennaio 2020, in collegamento con gli uffici di promozione settoriale Ice (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane) e con la rete di uffici all’estero. La sede è in Corso Cefalonia numero 69.

L’iniziativa è frutto della collaborazione tra la Camera di Commercio e l’Ice, «sancita da un accordo quadro finalizzato alla preparazione delle Pmi ai mercati internazionali, nell’ottica di dare concretezza ed operatività alle azioni promozionali all’estero conformemente a quanto disposto dalla riforma camerale», spiegano in una nota i promotori.

Che prosegue: «Obiettivo ultimo dello sportello è quello di operare con sempre maggiore efficacia a sostegno delle imprese, specie le piccole e micro, che costituiscono l’ossatura del tessuto economico italiano, fatto evidentissimo nelle Marche e nella provincia di Fermo in particolare. Dopo l’importante operazione di stabilizzazione di 7 dipendenti precari della sede di Fermo assunti con contratto a tempo indeterminato, un altro passo importante viene compiuto nei riguardi di questo territorio che si arricchisce, primo nelle Marche, di un servizio strategico.

Al potenziamento delle sede di Fermo della Camera di Commercio delle Marche viene dedicato domani martedì 5 novembre (alle ore 11), nella sala consiliare della sede dell’ente, un incontro.

Interverranno: il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, il segretario generale della Camera di Commercio delle Marche Fabrizio Schiavoni. Per l’Ice il direttore generale Roberto Luongo.