A Fermo un incontro sul calzaturiero

Ad organizzare l'iniziativa la Camera di Commercio delle Marche e Assocalzaturifici. Entrambi gli enti hanno affidato all’Eurispes, l’istituto di ricerca che dal 1982 racconta l’Italia che verrà, un report sul distretto

Gino Sabatini

FERMO – “Strategie di difesa attiva del Made in Italy calzaturiero – Il distretto fermano maceratese nella nuova globalizzazione”. Questo il titolo della tavola rotonda che si svolge mercoledì 5 giugno (a partire dalle 10.30) e inserita nel progetto che la Camera di Commercio delle Marche e Assocalzaturifici hanno affidato all’Eurispes, l’istituto di ricerca che dal 1982 racconta l’Italia che verrà. Ancora una volta l’ente camerale punta a tenere alta l’attenzione sul distretto, dopo l’incontro della scorsa settimana con il road show nazionale L’Italia che funziona.

«Di fronte alla crisi che ha colpito il settore, serve una strategia chiara per riuscire a riprendere la giusta rotta. Assocalzaturifici e la Camera di Commercio delle Marche sono convinti che una delle risorse sia in quel made in che non riesce a vedere la luce in Europa», spiegano gli organizzatori. Obiettivi del confronto: raccogliere ulteriori informazioni sulla crisi e le potenzialità del distretto, e confrontarsi sul concetto di ‘difesa attiva del Made in Italy’.

L’incontro inizia alle 10.30, nella sede della Camera di Commercio a Fermo in corso Cefalonia, con le relazioni del presidente Gino Sabatini e quella del presidente scientifico Eurispes, Alberto Mattiacci, che è anche professore di Economia e gestione delle Imprese alla Sapienza di Roma.

A seguire, la tavola rotonda, moderata dal giornalista Raffaele Vitali, tra il presidente Mattiacci e sei imprenditori del distretto. Tre del calzaturiero: Giampietro Melchiorri (vice presidente Confindustria Centro Adriatico), Enrico Ciccola (delegato Assocalzaturifici per il made in) e Salina Ferretti (presidente sezione calzature Confindustria Macerata). Tre dei settori moda e accessori: Carlo Forti (imprenditore settore cappelli), Domenico Sacconi (imprenditore abbigliamento) e Ruggero Ruggeri (presidente settore accessori Confindustria Macerata). A loro il compito di portare un contributo a livello di conoscenze, idee e proposte sul tema.

Il presidente scientifico Eurispes Mattiacci durante l’incontro presenterà anche la struttura dello studio commissionato ad Eurispes che è in continuo aggiornamento e arricchimento.