Banco Marchigiano Risparmiolandia
Banco Marchigiano Risparmiolandia
Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Earth Day, il “decalogo” della Coldiretti per la spesa salva clima ed una gustosa ricetta antispreco

In occasione della Giornata della Terra la presidente della Coldiretti ci ha parlato di riduzione degli sprechi e di spesa alimentare più cosciente e responsabile

MARCHE – «La tutela del pianeta passa anche da una riduzione degli sprechi e da una migliore gestione dei rifiuti». A riferirlo alle pagine di CentroPagina la presidente della Coldiretti Marche Maria Letizia Gardoni in occasione della Earth Day, Giornata della Terra che si celebra il 22 aprile. L’obiettivo di questa giornata voluta ogni anno dalle Nazioni Unite, è quello di evidenziare la necessità crescente di conservare le risorse naturali e di promuovere educazione e informazione sulle tematiche ambientali.

Maria Letizia Gardoni, presidente Coldiretti Marche (Foto: Coldiretti)

«Con il modello agricolo ed alimentare di Coldiretti, educhiamo le imprese alle pratiche di agricoltura circolare e i consumatori ad una spesa alimentare più cosciente e responsabile, con incentivi a sostegno delle buone pratiche in campo, con l’educazione alimentare ed ambientale nelle scuole, passando per la promozione dell’acquisto di cibo presso i mercati di Campagna Amica. La nostra attività di informazione e sensibilizzazione è sempre orientata alla sostenibilità delle produzioni e dei consumi».

Secondo la presidente la lotta allo spreco e la conservazione dei beni naturali passa necessariamente anche attraverso le realtà agricole del territorio: «È significativo il fatto che le imprese agricole condotte da giovani siano in aumento nella nostra regione, soprattutto dopo i periodi di crisi: il terremoto, la crisi pandemica… L’agricoltura marchigiana sta dimostrando grande capacità di resilienza proprio perché riesce a diversificare la propria attività attraverso le moderne imprese multifunzionali».

«Si tratta – aggiunge – di aziende che non solo producono e creano lavoro ma che generano valori universali quali la conservazione degli ambienti naturali, tutela della salute, cura delle comunità. Imprenditori che non sono solo “produttori”, ma “custodi del territorio e delle biodiversità”, pronti a fare la loro parte anche per quanto riguarda il risparmio energetico, tema quanto mai d’attualità in questo periodo di rincari dei costi di carburanti, gas ed elettricità dovuti alla crisi post pandemica prima e alla guerra in Ucraina ora, attraverso la riduzione e il riutilizzo dei rifiuti e l’utilizzo di energie rinnovabili».

Sempre in tema di lotta allo spreco, proprio sui canali social di Coldiretti, era stata pubblicata un’interessante VIDEORICETTA su come non sprecare il pane, alimento simbolo nella lotta allo spreco che rappresenta una fetta rilevante del cibo che finisce nella pattumiera ogni giorno.

Risulta estremamente attuale anche il decalogo stilato dalla stessa Coldiretti qualche anno fa, in occasione della giornata per l’ambiente: piccoli gesti quotidiani che possano fare una grande differenza. Ve lo riproponiamo in calce:

  1. Preferire l’acquisto di prodotti locali che non devono subire lunghi trasporti con mezzi inquinanti;
  2. Scegliere frutta e verdura di stagione che non consumano energia per la conservazione;
  3. Ridurre le intermediazioni fino a fare acquisti direttamente dal produttore, come nei mercati di campagna amica della Coldiretti, per evitare passaggi di mano del prodotto che spesso significano inutili trasporti;
  4. Privilegiare i prodotti sfusi che non consumano imballaggi come i distributori automatici di latte;
  5. Acquistare confezioni formato famiglia rispetto a quelle monodose per ridurre il consumo di imballaggi per quantità di cibo consumato;
  6. Fare acquisti di gruppo (anche in condominio) per ridurre i consumi di energia nei trasporti per fare la spesa;
  7. Riutilizzare le borse per la spesa e servirsi di quelle fatte con materiali biodegradabili di origine agricola nazionale o di tela invece di quelle in plastica;
  8. Ottimizzare l’energia consumata nella preparazione e conservazione dei cibi con pentole e frigoriferi a basso impatto;
  9. Ridurre gli sprechi ottimizzando gli acquisti e riscoprendo la cucina degli avanzi per evitare che finiscano tra i rifiuti;
  10. Fare la raccolta differenziata per consentire il recupero di energia dai rifiuti prodotti.
Natale a Gradara