Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Due nuovi mezzi per il trasporto disabili e anziani per la città di Senigallia

L’acquisto è stato possibile grazie a Progetto Utilità Sociale e ai contributi volontari di alcune ditte locali, che hanno “in cambio” il proprio logo o marchio in evidenza sulla carrozzeria

Consegnati a Senigallia due nuovi mezzi per il trasporto disabili
Consegnati a Senigallia due nuovi mezzi per il trasporto disabili

SENIGALLIA – Due nuovi mezzi per il trasporto disabili sono stati consegnati nella mattinata di mercoledì 25 ottobre alla città di Senigallia, tramite il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, la presidente della cooperativa sociale H Muta Marina Marinelli e i presidenti di Auser e Anteas, Ivo Rosi e Celestino Carboni. Mezzi adibiti al trasporto disabili ma non solo, dato che sono tante le persone che versano in condizioni di difficoltà fisica, psicologica o economica, le cosiddette fasce deboli.

L’acquisto di un’auto e di un furgone attrezzato è stato possibile grazie a Progetto Utilità Sociale e ai contributi volontari di alcune ditte locali, che hanno “in cambio” il proprio logo o marchio posto in evidenza sulla carrozzeria. La forma adottata è quella della concessione in comodato d’uso gratuito per un periodo di 8 anni (4+4), eventualmente rinnovabili. I mezzi saranno impiegati dal Comune di Senigallia, tramite gli operatori delle associazioni Auser e Anteas, per il trasporto degli anziani presso ambulatori medici, centri di fisioterapia, laboratorio analisi e il Centro Diurno Alzheimer, e dalla cooperativa H Muta per il trasporto di minori e adulti in condizione di disabilità su tutto il territorio dell’Ambito Sociale 8.

«Oggi – ha detto il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi – è una bella giornata.

Consegnati a Senigallia due nuovi mezzi per il trasporto disabili
Consegnati a Senigallia due nuovi mezzi per il trasporto disabili

Entrano nelle nostre disponibilità due nuovi veicoli che vanno a “ringiovanire” la nostra dotazione riservata ai disabili e alle persone più svantaggiate. Ma anche perché ci ritroviamo qui riuniti a condividere un momento di solidarietà che si concretizza quotidianamente nelle attività e nei legami tra istituzioni, privato sociale, associazioni di volontariato e tessuto imprenditoriale per il benessere della comunità, e in particolare dei soggetti più svantaggiati, affinché davvero nessuno sia mai lasciato indietro».

La presidente della coop H Muta Marina Marinelli
La presidente della coop H Muta Marina Marinelli

«Da parte mia – ha aggiunto la presidente della cooperativa sociale H Muta Marina Marinelli – un ringraziamento a tutti gli sponsor: il nostro territorio dimostra ancora una volta di essere sensibile nei confronti delle persone in difficoltà, e credo che questo modo di lavorare in rete sia utile a dare risposte importanti alle problematiche».