Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Dramma in mare a Civitanova: dall’acqua riaffiora il cadavere di una donna

Il cadavere di una donna è stato rinvenuto questa mattina nelle acque antistanti il molo sud di Civitanova. Potrebbe trattarsi di un gesto volontario

CIVITANOVA MARCHE – Dramma in mare a Civitanova. Nella tarda mattinata di oggi, poco dopo le 12, è stato rinvenuto in acqua, sotto alla scogliera del molo sud, il cadavere di una donna.

Si tratta di una 44enne di origine romena sposata con un uomo di Civitanova. Gli inquirenti sono riusciti a risalire all’identità della donna grazie alla fede che aveva al dito. Nel pomeriggio è stata effettuata anche la ricognizione cadaverica che sembrerebbe confermate l’ipotesi del gesto volontario.

A fare la tragica scoperta erano stati alcuni passanti che hanno notato il corpo senza vita e a pancia in sotto della donna, vestita con un piumino e delle scarpe da ginnastica e senza documenti.

Immediato è scattato l’allarme e sul posto sono arrivati gli uomini della Guardia costiera, dei vigili del fuoco, del 118, oltre a Polizia e carabinieri. È stata la motovedetta della Capitaneria di porto a recuperare il cadavere.

Ancora da chiarire per quanto tempo il corpo sia rimasto in acqua anche se da una prima analisi da parte del medico legale Antonio Tombolini, intervenuto sul posto, non sarebbero passate molte ore.

Sul corpo della donna non sono stati riscontrati segni di lesioni o ferite ma solo un’eventuale autopsia o la ricognizione cadaverica potranno stabilire con esattezza quanto accaduto.

Gli inquirenti si sono messi al lavoro per cercare di dare un nome alla donna che non aveva né telefono cellulare né documenti. La donna, bionda, approssimativamente di un’età compresa tra i 45 e i 55 anni, era vestita con un giubbino, dei pantaloni e le scarpe da tennis. Gli investigatori hanno anche passayo al setaccio le immagini delle telecamere di videosorveglianza del porto per cercare di ricostruire gli ultimi istanti di vita della donna.