Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

«Disponibile solo AstraZeneca»: a Macerata e San Severino alcuni anziani rifiutano il vaccino

Rinuncia in blocco nel centro settempedano, nel capoluogo invece c'è chi ha deciso di sottoporsi ugualmente alla dose dopo aver contattato il proprio medico

MACERATA – «Oggi solo AstraZeneca». Il cartello è apparso questa mattina all’ingresso dei centri vaccinali di Macerata e San Severino creando non poco scompiglio tra gli anziani che erano andati a fare la vaccinazione pensando, invece, di trovare dosi di Pfizer o Moderna come era accaduto nei giorni scorsi. Tanto che alcuni over 80 hanno rinunciato a vaccinarsi a Macerata, mentre in blocco se ne sono andati a San Severino. A creare incertezza è stato il ritiro del lotto di AstraZeneca effettuato ieri in Italia, di cui alcune dosi erano state distribuite anche nelle Marche.

Nel centro settempedano erano circa un’ottantina gli anziani prenotati e tutti hanno rinunciato, mentre a Macerata una ventina in mattinata se ne sono andati e altrettanti non sono risultati idonei, visto che il vaccino AstraZeneca non è consigliato per le categorie fragili.

Immediata anche la “corsa” a telefonare al proprio medico per capire se la somministrazione di AstraZeneca poteva essere fatta ugualmente senza problemi. «Ho chiamato il medico di mia suocera per chiedere se può fare il vaccino di AstraZeneca – commenta Silvana Cocciarini in fila al centro di Macerata – e mi ha detto che, essendo un soggetto fragile, questo vaccino non è indicato. Per cui abbiamo rinunciato, anche se adesso non sappiamo quando verremo richiamati». «Ho contattato il medico di mia madre – aggiunge un’altra signora – ma, visto che è tra le categorie protette, mi è stato consigliato di non farglielo. E ora ce ne andiamo». Tra chi, invece, è risultato idoneo o ha scelto di fare comunque la vaccinazione, la motivazione principale è stata la paura del Covid.