Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Montemarciano, giovane investito e ucciso da un treno lungo la linea ferroviaria adriatica

Circolazione dei convogli sospesa per permettere i rilievi della polfer di Ancona alla stazione di Marina di Montemarciano, sul luogo della tragedia

Un testimone del suicidio davanti alla stazione di Marina di Montemarciano
Un testimone del suicidio davanti alla stazione di Marina di Montemarciano

MONTEMARCIANO – Investimento mortale sulla linea ferroviaria adriatica Ancona-Bologna. Un giovane è stato travolto e ucciso da un treno in corsa all’altezza di Marina di Montemarciano poco dopo le 18:45 di oggi, martedì 29 maggio.

Dalle informazioni che trapelano dal luogo della tragedia, si tratta di un giovane di 16 anni di origini filippine, da tempo residente a Montemarciano, investito dal treno merci 66862 di Mercitalia in viaggio da Fossacesia a Tarvisio.

L’investito sarebbe stato visto da due ragazzi e da un altro signore che abita nei pressi della stazione prima camminare su e giù e poi gettarsi contro il treno in corsa, fatto questo che farebbe per ora propendere per il suicidio.

Sul posto sono giunti gli operatori del 118 e la polizia ferroviaria di Ancona per i rilievi del caso. In forte stato di choc i parenti e la fidanzata della vittima, che dopo essere stati informati sono giunti sul luogo della tragedia. La circolazione dei treni sulla linea ferroviaria adriatica è stata riattivata poco dopo le 20 su un solo binario, a senso unico alternato, fra Senigallia e Falconara.