Centro Pagina - cronaca e attualità

Attualità

Si allontana da casa per gettarsi in un laghetto artificiale: dramma a Belvedere Ostrense

Il corpo senza vita di una 60enne è stato rinvenuto in uno dei bacini artificiali di un'azienda di via San Polo dai sommozzatori dei Vigili del fuoco e dai Carabinieri

Forze dell'ordine e soccorsi sul posto
Forze dell'ordine e soccorsi sul posto

BELVEDERE OSTRENSE – Drammatico ritrovamento quello effettuato da Carabinieri e sommozzatori dei Vigili del fuoco in uno dei laghetti artificiali di un’azienda in via San Polo. Nelle acque di uno dei bacini aziendali è stato infatti ritrovato il corpo di una donna.

Uno dei laghetti artificiali a Belvedere Ostrense
Uno dei laghetti artificiali a Belvedere Ostrense

Si tratta di una 62enne, sposata, che si è allontanata dall’abitazione di Morro d’Alba nella mattinata di domenica 25 febbraio e di cui i familiari avevano allertato le forze dell’ordine, nello specifico i Carabinieri della stazione di Morro D’Alba, le quali hanno subito attivato il piano ricerche persone scomparse. Una pattuglia impegnata nella perlustrazione del territorio, ha notato l’auto parcheggiata nei pressi dei laghetti artificiali a Belvedere. Da una videocamera di sorveglianza dell’azienda, si è potuto notare del movimento attorno a uno dei bacini, dove si sono poi concentrate le ricerche: grazie all’ausilio dei sommozzatori dei Vigili del fuoco è stato poi ritrovato il corpo ormai senza vita.

Nell’abitazione vi era anche un biglietto di scuse per i familiari, annunciando quindi le sue intenzioni suicide. La donna sembra soffrisse al momento di depressione.