Ruba l’auto, vede i poliziotti e scappa a piedi sull’A14

Il ladro ha abbandonato la Panda a Mondolfo, poi la folle fuga nella corsia di sorpasso. Il mezzo è stato restituito al proprietario

PESARO – Vede i poliziotti, lascia il motore acceso e scappa a piedi in autostrada. E’ la cronaca di un venerdì pomeriggio convulso, in cui i servizi di controllo del territorio, per via dei primi esodi, sono stati intensificati.

Così il ladro, vedendo diverse pattuglie della Polizia Stradale ha abbandonato una Fiat Panda Van, rubata nella stessa mattinata a Ferrara, nell’area di servizio Metauro Est, nel territorio del Comune di Mondolfo. Il mezzo era allestito come officina mobile e carico di attrezzature.

L’uomo, alla vista degli agenti, come ricostruito attraverso le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza, è scappato attraversando i campi a ridosso dell’A14. Una fuga assurda, perché il ladro si è precipitato pericolosamente verso la corsia di accelerazione dell’autostrada lasciando così indietro i poliziotti che per ovvie ragioni di sicurezza non hanno invaso a piedi la carreggiata.

La fuga è stata così precipitosa che l’auto è rimasta col motore accesso sul piazzale destinato ai rifornimenti.

La successiva attività degli investigatori della Polstrada ha consentito di risalire rapidamente al proprietario del mezzo, di ingente valore vista l’attrezzatura con la quale era equipaggiato, e di procedere alla sua riconsegna.

Il ritrovamento, infatti, non è stato casuale, ma piuttosto è stato determinato dall’articolato piano di controllo del territorio attuato negli ultimi giorni dalla Polizia Stradale di Pesaro Urbino.